Asciugare i panni causa un aumento dei costi in bolletta: l’errore da evitare

L'elevato importo della bolletta energetica potrebbe dipendere dalla modalità con cui si asciugano i vestiti in casa.

Risparmio è la parola chiave per evitare di svuotare il conto corrente. L’attuale costo della vita mette in difficoltà le famiglie che devono cercare di mettere da parte più soldi possibile per evitare di non poter affrontare una spesa improvvisa o di non poter pagare le bollette. Ci sono accorgimenti noti a tutti per ridurre i consumi in casa come spegnere le luci quando si esce dalla stanza, far partire la lavastoviglie a pieno carico, utilizzare lampadine a led. C’è un errore comune, però, che poche persone conoscono e riguarda l’asciugatura dei vestiti in casa.

Il metodo sbagliato per asciugare i vestiti

Spesso per asciugare i vestiti si appoggiano sui termosifoni accesi. Ebbene, i consumi possono lievitare utilizzando questo metodo che comunque risulta efficace. Se si mettono indumenti sul radiatore il calore rimane intrappolato e non fuoriesce. Di conseguenza se l’obiettivo è anche riscaldare l’abitazione in inverno significa dover tenere accesi i termosifoni per un periodo di tempo maggiore. I consumi aumenteranno così come la possibilità che si creino muffe dannose per la salute.

- Advertisement -

Qual è l’alternativa? Si tratta di un consiglio pratico, posizionare uno stendino accanto al termosifone anche se ciò comporterebbe uno spostamento di mobili. I vestiti riceverebbero l’aria necessaria per asciugarsi in fretta quando fuori piove o non si hanno balconi da utilizzare ma nello stesso tempo il radiatore riuscirebbe a riscaldare la stanza in tempi brevi. E se siamo in primavera o estate? Si può optare per uno stendibiancheria riscaldato quando le risorse per asciugare i vestiti all’aria aperta sono limitate.

Valentina Trogu
Valentina Trogu
Web content writer, scrittrice e mediatrice familiare. Laureata in sociologia-analisi delle politiche sociali. Mi occupo della stesura di articoli toccando varie tematiche tra cui economia, salute, tecnologia. In questo modo posso coltivare la mia passione per la scrittura e cercare di rendere fruibili le informazioni ad un maggior numero di persone.