Avviato un nuovo studio di fase 3 sulle terapie per il Covid-19

Saranno sperimentati diversi farmaci somministrati in doppio cieco, insieme ad (ovviamente) dei placebo, in modo da testare l'efficacia farmacologica degli stessi

Un nuovo studio di fase 3 per testare la sicurezza e l’efficacia delle terapie per Covid-19 ha iniziato a iscrivere i pazienti ricoverati con casi potenzialmente letali di Covid-19, compresi quelli con insufficienza respiratoria acuta. Lo studio è supportato da due componenti del National Institutes of Health, del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) e del National Heart, Lung and Blood Institute (NHLBI), e fa parte del partenariato pubblico-privato NIH Accelerating COVID-19 Treatment Interventions and Vaccines (ACTIV).

Lo studio clinico randomizzato, condotto in doppio cieco e controllato con placebo, si chiama ACTIV-3 Critical Care. Inizierà testando lo Zyesami, una formulazione di acetato di aviptadil, prodotto da NeuroRx, Wilmington, Delaware, e il remdesivir antivirale (Veklury), sviluppato da Gilead, Foster City, California. Aviptadil è una versione sintetica del peptide intestinale vasoattivo o VIP, che è fatto naturalmente nel corpo umano e sembra avere effetti antivirali e antinfiammatori protettivi polmonari.

- Advertisement -

Somministrato per via endovenosa, può fornire una protezione aggiuntiva per le cellule polmonari comunemente prese di mira dalla SARS-CoV-2, il virus che causa Covid-19. È autorizzato negli Stati Uniti per il trattamento di pazienti ricoverati con Covid-19. Tuttavia, il suo beneficio nei pazienti con Covid-19 più grave non è chiaro. Lo studio testerà Zyesami e remdesivir (da soli e in combinazione), per la loro sicurezza ed efficacia nei pazienti ricoverati Covid-19 che stanno sperimentando la sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), una condizione pericolosa per la vita, in cui i polmoni sono gravemente infiammati e potrebbero non essere in grado di mantenere ossigeno sufficiente nel sangue.

Trovare terapie più efficaci per i pazienti con COVID-19 gravemente malati rimane un bisogno essenziale nella risposta continua alla pandemia”, ha dichiarato Anthony S. Fauci, direttore del NIAID, M.D. “Abbiamo bisogno di più opzioni di trattamento per aumentare le possibilità di recupero per le persone che sono estremamente malate in modo che possano lasciare l’ospedale più rapidamente, continuare il loro recupero a casa e tornare alla vita come al solito”.

- Advertisement -

ACTIV-3 Critical Care consente di eseguire contemporaneamente sotto-studi di diverse terapie. Ogni sotto-studio iscriverà circa 620 partecipanti. I partecipanti saranno assegnati casualmente per ricevere gli agenti investigativi nel sotto-studio o un placebo. Nell’attuale versione dello studio, ai partecipanti verrà assegnato casualmente di ricevere uno dei quattro regimi di trattamento oltre allo standard di cura: sia Zyesami che remdesivir, Zyesami e un placebo, remdesivir e placebo, o solo placebo. Zyesami viene somministrato per 12 ore al giorno per tre giorni, con il tasso di infusione che aumenta ogni giorno. Coloro che sono randomizzati per ricevere remdesivir lo riceveranno per un massimo di 10 giorni tramite IV.

C’è un gran numero di ricerche precedenti che supporta l’uso di questi agenti in ARDS, che è associato a una sostanziale morbilità e mortalità”, ha dichiarato Gary H. Gibbons, M.D., direttore di NHLBI. “Non solo si tratta di uno studio importante, in termini di potenziali nuovi trattamenti per Covid-19, ma potrebbe aprire una nuova comprensione nella riparazione dei polmoni danneggiati dopo ARDS.”

- Advertisement -

Lo studio che valuta il Zyesami e il remdesivir iscriverà i pazienti ricoverati con insufficienza respiratoria acuta a causa del Covid-19 che richiedono ossigeno supplementare ad alto flusso, fornito da cannula nasale, ventilazione meccanica o ossigenazione extracorporea della membrana.

Inizialmente, una piccola coorte di 40 partecipanti sarà iscritta a siti negli Stati Uniti. Se non vengono identificati problemi di sicurezza, un gruppo più ampio di partecipanti sarà iscritto ad altri siti statunitensi e internazionali. Se necessario, i regimi di trattamento possono essere regolati prima dell’iscrizione di altri partecipanti.

Per l’analisi primaria dello studio, i partecipanti saranno valutati su una scala ordinale di sei categorie 90 giorni dopo l’iscrizione e i risultati saranno confrontati tra i gruppi di trattamento. Questa scala varia dal recuperato e vivere a casa senza ossigeno supplementare entro due settimane dall’iscrizione, alla morte. A seguito della valutazione presso l’endpoint primario, i partecipanti riceveranno un follow-up aggiuntivo a 180 giorni.

Durante lo studio, un Comitato indipendente per il monitoraggio dei dati e della sicurezza (DSMB) riesaminerà i dati su base continuativa. ACTIV-3 Critical Care fa parte dello sforzo complessivo ACTIV-3, che dal 4 agosto 2020 testa nuove terapie nei pazienti ricoverati.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.