Borse finanziarie post San Valentino, apertura e chiusura positive

Tra Eurogruppo, indiscrezioni Fed, attese su Biden e ora anche del nuovo premier Mario Draghi, molte borse europee sono volate insieme a quelle asiatiche. Ecco alcuni dati

I mercati hanno risposto di nuovo positivamente all’abbinata situazione politica Biden e ondata Draghi in Europa. Gli investitori vivono un momento di ottimismo all’interno di un quadro pandemico ancora altalenante. Positive le borse di Milano, Londra, Francoforte e Parigi. La Sterlina oggi ha toccato il boom dei risultati con quota di 1,39 dollari, la più alta da aprile 2018 e per effetto di alcuni dati finanziari interni, Pil e Bank of England.

Asia e Usa: borse e inflazioni, previsioni

Le nuove e crescenti tensioni in Medio Oriente creano delle perplessità soprattutto sulle borse asiatiche, oggi salite ai minimi storici. L’indi Msci Asia Pacifico e al di fuori del Giappone ha registrato +0,4%. A Tokio il Nikkei ha chiuso con +1,91%, un risultato che non si registrava dall’estate del 1990.

- Advertisement -

San Valentino è stata vissuta bene sia in Asia che in Europa, Cina e Hong Kong sono in festa insieme agli investitori che seguono i loro mercati interni. Momento positivo anche per gli indici finanziari, la prospettiva di un recupero economico e una risposta all’inflazione ha fatto alzare il dollaro a 1,21 di prezzo, lo Yen e anche l’euro.

Incidono le prime indiscrezioni della Fed, l’inflazione Usa secondo il presidente Jerome Powell rimarrà bassa, la politica dovrà rispondere ad anni che vedranno crescenti difficoltà a tornare ai livelli occupazionali di prima, questo elemento potrebbe creare una reazione conseguente tra aiuti economici ma anche azioni mirate alla ripresa o alla resilienza come la sta progettando l’Europa.

- Advertisement -

Eurogruppo, spread e presenza dell’Italia

Il Governo Draghi aveva già fatto scendere la pressione preoccupante dello spread, la quota BTP e Bund tedeschi oggi riparte a 90 punti. Il rendimento decennale italiano si attesta allo 0,5% e Bankitalia intanto registra un nuovo record per il debito pubblico italiano, il balzo nel 2020 è stato in chiusura di 160 miliardi per un totale di 2.569,3 miliardi di euro di debito delle Amministrazioni Pubbliche.

Sapremo a breve l’esito del primo incontro ufficiale con gli altri ministri dell’Eurogruppo di Daniele Franco, il nuovo ministro dell’Economia e delle Finanze. Parte degli argomenti li abbiamo elencati nel calendario sintesi della settimana.

- Advertisement -

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter