Oramai si sa, il fenomeno delle voci elettroniche chiamate EVP (dall’inglese Electronic Voice Phenomena), è alla base di ogni indagine sul paranormale. Per chi ancora non sapesse cosa sono, ma dubito che sia così, le evp sarebbero un fenomeno in cui delle voci dal timbro umano vengono registrate su dispositivi analogici e digitali senza apparente spiegazione.

Le registrazioni di queste voci non sono più una novità, come invece fece notizia nel 1990 la presunta voce di una bambina captata nel castello di Montebello e che pare dica “mamma”. Con l’avvento del digitale e le strumentazioni a portata di portafogli, le registrazioni di queste presunte voci elettroniche si sono moltiplicate esponenzialmente.
Di certo non tutte queste registrazioni contengono voci riconoscibili, per lo più si tratta di suoni distorti che vengono interpretati come parole o frasi per un effetto di illusione uditiva che viene chiamata pareidolia acustica. Nonostante ci siano molte spiegazioni plausibili e razionali riguardo questo fenomeno, talvolta ci sono dei casi che restano senza una spiegazione convincente.

Fra tutte queste registrazioni ce n’è una, molto particolare che è stata registrata nel gennaio del 2007 da un gruppo di investigatori americani che erano stati chiamati per verificare se quanto riportato da alcuni ospiti di un hotel, fosse vero o solo fantasia e suggestione. Così, il gruppo di ghost hunters CNYGH (che sta per Central New York Ghost Hunters) con sede a Syracuse, ha posizionato le proprie strumentazioni nella zona indicata dagli albergatori in attesa di qualche risultato.

Loading...

Al riascolto di una delle numerose registrazioni, quello che i cacciatori di fantasmi hanno ascoltato era a dir poco sconvolgente. Ma prima di farvela ascoltare è meglio spiegarvi cosa è successo.

[Questa immagine è solo rappresentativa. Fonte: Flickr]

L’indagine dei Ghost Hunters

Ma andiamo per ordine. Il gruppo CNYGH fondato da Stacey Jones decide di pernottare in quel fine settimana di gennaio in un hotel del 1800 che si trova nella parte settentrionale di New York, ma che per ovvi motivi di riservatezza i proprietari hanno vietato agli investigatori di divulgarne il nome. Ma… io sono un ricercatore, quindi ho fatto la mia ricerca e, nonostante nessun articolo abbia mai fatto il nome di questo hotel, un’idea di quale sia me la sono fatta. Per evitare problemi con i diretti interessati non posso citarlo, ma basta andare sul sito dei CNYGH per scoprire un’altra evp senza data registrata in un hotel a New York. Indagando su questo hotel ho scoperto che è abbastanza noto per i reclami alla reception da parte di turisti, che dopo aver alloggiato in alcune camere, hanno affermato di essere stati testimoni di fatti insoliti e strani avvenimenti.
Forse sarà anche una coincidenza, ma anche l’hotel in questione è del 1800 e per la precisione del 1895.

La prima notte di indagine, il venerdì, Stacey e il suo team hanno sistemato le proprie strumentazioni, fra le quali registratori audio, videocamere a circuito chiuso sia all’infrarosso che all’ultravioletto, sensori e altri dispositivi elettronici, e si sono sistemati in una stanza, sperando di poter documentare qualche prova sui fenomeni che venivano raccontati dallo staff dell’hotel e da chi ci albergava. Stacey Jones ha raccontato che la maggior parte delle loro indagini sono sempre state relativamente tranquille, ma quella notte è accaduto di tutto, suoni uditi persino con le proprie orecchie di passi molto vicini, voci dal timbro soffocato, sussurri e rumori inquietanti.

La seconda notte di indagine, tuttavia, nulla di ciò che avevano sperimentato la sera prima poteva prepararli all’attività paranormale che avrebbero riscontrato quella sera.
Sabato pomeriggio verso le 15:00, due investigatori del CNYGH e una donna della famiglia del proprietario si sono seduti sulle scale dell’hotel con un registratore digitale acceso, con l’intenzione di catturare eventuali suoni anomali. La scelta delle scale fu dettata dai rumori sospetti uditi la sera precedente sia in quel piano che provenienti da quello superiore, nonostante in quel piano non ci fosse nessuno.

Di quanto hanno registrato, nulla era stato udito in tempo reale. Ma cosa ci sarà in questo audio di così sconvolgente? Ce lo spiega il fondatore del team di ghost hunters che indagava quella fatidica notte fra le mura di un hotel presumibilmente infestato.

Suoni spaventosi e agghiaccianti al riascolto dell’EVP

Stacey Jones, leader del gruppo di ricerca, descrive ciò che ascolterai nella registrazione:

“Potete (debolmente) sentire le tre donne parlare durante la registrazione. Sentirete una voce femminile  – appartiene ad un membro della famiglia proprietaria dell’Hotel – dire “Ciao, piccola!” e un’altra lunga conversazione. Queste sono tutte voci umane. Ma… si sente anche dell’altro… quello che sembra essere una lotta o un attacco di chissà cosa.
Si sente una voce maschile che non appartiene a nessuno dei presenti. E’ riconoscibile il suono di un orologio a pendolo che non era presente nell’ambiente e un ticchettio di un orologio da sala che invece c’era. Sentirete anche quello che sembra lo spostamento del microfono ma che in realtà non è mai stato toccato fino alla sospensione della registrazione. A quel punto il suono diventa più chiaro.”

Stacey continua…

“Sentirete una porta cigolare e sbattere, cosa realmente accaduta in modo inspiegabile. Ascolterete una donna [sconosciuta] che dice: “Abbandonami”  e che sembra la stessa voce di una donna che pare essere stata aggredita da qualcosa. Il suono di quello che sembra essere una lotta, va avanti per un po’ e durante l’EVP potete ascoltare alcune conversazioni dei miei colleghi investigatori. Ho parlato con loro per capire e ricostruire cosa fosse realmente accaduto e mi hanno riferito che si erano seduti sulle scale perché avevano sentito strani rumori dal piano superiore, quello che sembrava un rumore di passi e varie conversazioni incomprensibili, ma nulla di ciò che invece si sente in questa registrazione. Quando i rumori si fermano, sentirete gli investigatori parlare a bassa voce. Hanno dichiarato infatti di aver iniziato a parlare solo quando i rumori si sono interrotti. Nella loro conversazione sentirete una voce maschile dire “Aiutami” più volte.”

Il fondatore degli CNYGH ha affermato che l’audio non è stato alterato in alcun modo, salvo banali modifiche utili a ridurre il rumore di fondo. Il gruppo di ricerca ha rilasciato il file audio completo in modo che ciascuno può ascoltarlo e valutarlo.

Avete il coraggio di ascoltare?

Io ho ascoltato con molta attenzione il file audio e onestamente non so cosa pensare. Potrebbe trattarsi di un falso costruito ad hoc per far crescere un po’ di visualizzazioni alla  pagina del team e quindi farsi un bel po’ di pubblicità; oppure siamo di fronte ad una evp fra le più agghiaccianti e straordinarie mai registrate sin ora. Nonostante un’idea di quale hotel si tratti me la sono fatta, potrei anche sbagliarmi, e questa registrazione potrebbe essere avvenuta in una casa dopo essere stata progettata a tavolino. Con tutta la buona fede, di falsi audio e video ne sono stati fatti circolare a bizzeffe, diventando addirittura virali in internet.

Sono curioso di conoscere la vostra opinione e leggere quale idea vi siete fatti a riguardo. Quindi non esitate a dire la vostra su questo audio.
Ma… ATTENZIONE: la registrazione potrebbe risultare violenta e troppo intensa per persone sensibili e suggestionabili.