Falso sms di poste italiane e conto bloccato: fate attenzione è una truffa

Finto sms e conto bloccato, è pishing

Sono diversi gli sms che continuano a girare e a spaventare sopratutto le persone anziane.

Protagonista della disavventura è stavolta una risparmiatrice che si era messa in fila davanti all’ufficio postale di Sarzana dopo aver ricevuto un sms riguardo al suo contocorrente che era stato “bloccato”.

- Advertisement -

La donna, in uno stato d’animo assai agitato, ha attirato l’attenzione di un’altra persona in fila allo sportello, che le ha chiesto come mai fosse così irrequieta. A quel punto, la donna gli ha mostrato l’sms che aveva ricevuto, in cui le veniva comunicato che il suo contocorrente era stato bloccato e che solo fornendo i suoi dati avrebbe potuto sbloccarlo.

Ma la donna, essendo in possesso di un cellulare senza internet, non aveva potuto aprire il link-truffa allegato all’sms e per questo motivo non ha potuto inserire i dati.

- Advertisement -

Il finto sms non riportava alcun marchio delle Poste Italiane e per di più conteneva errori di ortografia, cosa che quindi ha fatto subito insospettire l’utente che la stava aiutando. Dopo le opportune verifiche, si è giunti alla conclusione che il conto della signora non era bloccato e che era stata vittima di una truffa.

Fate attenzione ai messaggi ed email truffa, in questo nostro articolo potete leggere come riconoscere una truffa online ed evitare di cascarci.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.