Francia, ragazza sieropositiva quasi guarita dall’AIDS

3573830269_643ac84756_z

In Francia si pensa già a uno dei miracoli della scienza, anche se i medici ci vanno con i piedi di piombo.

Una ragazza di 19 anni, nata sieropositiva, a dodici anni dalla sospensione dei trattamenti anti-retrovirali, non presenta più il virus HIV: è la prima volta che si nota una regressione del virus in un tempo così prolungato.

Loading...

L’annuncio è stato dato, dai medici e dai ricercatori dell’Istituto Pasteur e dell’ospedale Necker di Parigi, a Vancouver.  La ragazza non ha voluto annunciare le sue generalità per motivi di privacy. I ricercatori non sono ancora in grado di stabilire con certezza il motivo per cui la ragazza controlla l’infezione.

Ci sono, però, due casi precedenti di bambini che hanno deluso le aspettative dei medici. Tre anni fa, nel Mississippi, una bambina nata sieropositiva era stata presa in cura e per due anni non ha avuto bisogno di terapie, ma l’anno scorso HIV è tornato e i medici hanno dovuto ammettere la sconfitta increduli per la ricomparsa del virus. Stessa sorte per un altro bambino, nato nel 2009 e in cura all’ospedale Sacco di Milano, anch’egli sieropositivo da parte di madre. La terapia d’urto ha azzerato la carica virale per tre anni, ma poi, ancora una volta, implacabile, HIV è tornato.

Per questo motivo, il caso della ragazza francese è da prendere con le pinze, ma un tempo così lungo fa ben sperare medici e ricercatori.

Stefano Malvicini