Haynesville: il fantasma dell’autostop

La leggenda del fantasma della ragazza che fa l'autostop.

Haynesville: il fantasma dell'autostop

Haynesville: il fantasma dell’autostop

Il nostro viaggio nel mondo del paranormale oggi ci porta ad Haynesville, negli Stati Uniti d’America. Qui si trova un tratto di strada nel nord del Maine che non ha mai, mai, mai visto un sorriso. Queste parole utilizzò Dick Curless un cantante country per descrivere la Route 2A. La Route 2A è una statale che passa vicino Haynesville e attraversa una zona di foresta conosciuta come “Haynesville Woods”. In quel tratto di strada per ogni 100 metri sono morte molte persone. A lato della strada infatti è possibile vedere memoriali in ricordo delle vittime. Oggi questa strada è meno trafficata poiché molti utilizzano la più sicura Interstate 95, che collega il nord del Maine con il resto del New England. Dal 1950 la Route 2A conta più di 200 vittime. Ciò ha portato a sostenere che la strada sia maledetta. Alcuni abitanti del luogo sostengono che la strada sia abitata da fantasmi. Tra questi, soprattutto, il fantasma di una giovane ragazza che fa l’autostop.

Haynesville: il fantasma dell’autostop

Negli anni sono nate molte leggende sull’autostoppista fantasma. Leggenda vuole che il fantasma indossi sempre un abito bianco. Ma la ragazza avvistata da Haynesville indossa invece un abito scuro, una pelliccia marrone e una valigia in mano. Chi l’ha incontrata racconta di una ragazza spaventata ed infreddolita. Il fantasma apparirebbe quasi sempre nelle rigide notti invernali e quasi sempre nello stesso punto nei pressi di un enorme albero le cui radici hanno sollevato la banchina della strada. Sono molti coloro che si fermano per darle un passaggio. Chi le da un passaggio racconta di sentire un freddo intenso che sembra avvolgerla, ma un’incredibile sensazione di tangibilità. La ragazza preferirebbe sedersi sui sedili posteriori e, come vuole la leggenda, dopo un paio di chilometri sparirebbe nel nulla. Delle volte, si narra, che la giovane lasci il suo cappotto e al suo interno l’autista troverebbe un biglietto con un indirizzo. Le indicazioni porterebbero ad una vecchia casa nella periferia di Haynesville e lì ci sarebbe la madre della ragazza. La donna racconterebbe la triste storia della morte prematura della figlia in uno schianto in auto su quella strada.

La storia della fantasma autostoppista ricorda quella di Teresa Fidalgo, di cui si racconta in un video che ancora oggi è visibile su Youtube.

 

Roby Contarino
Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Quotidian Post anche con CalcioNow, Spynews e Supernews. Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre uscirà il suo nuovo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Potrebbero interessarti anche