Il fisco fai da te è un successo: consigli e buone pratiche per la precompilata 2021

Dichiarazione redditi precompilata 2021: dal successo del fisco fai da te ai consigli per prepararsi alla nuova certificazione annuale online

Il fisco fai da te piace agli italiani, questa mattina l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i dati di un anno sulla Precompilata. Le dichiarazioni ricevute dall’Ente, compilate tramite il software fornito e inviate in maniera autonoma, sono 3,9 milioni. Un aumento di 600.000 dichiarazioni rispetto allo scorso anno. La Lombardia è in testa tra le regioni che inviano più dichiarazioni precompilate, seguono il Lazio, il Veneto e il Piemonte.

Dichiarazione precompilata, nel 2020 inviati un miliardo di dati

Nel 2020 sono state precaricate nel sistema più di un miliardo di informazioni. Il numero di dati maggiore è quello relativo alle spese sanitarie. Seguono i premi assicurativi e tutte le informazioni che derivano dalle Certificazioni Uniche. In automatico arrivano anche gli interessi passivi su mutui, i contributi previdenziali, le spese universitarie e i bonus casa.

- Advertisement -

La dichiarazione dei redditi fai da te attraverso la precompilata nasce sei anni fa, l’Agenzia delle Entrate fa sapere che la sua piattaforma è cresciuta del 178%. È interessante questo dato: “aumentano anche gli invii senza modifiche, 1 contribuente ogni 5 infatti ha accettato il proprio 730 con i dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate senza la necessità di fare integrazioni“.

Nella scheda introduttiva per la precompilata 2021, l’Agenzia delle Entrate fornisce dei consigli su come non rendere disponibili alcuni dati, ad esempio relativi a sanità, asilo nido e università. L’orientamento è verso una gestione ancor più personalizzata del portale per eccellenza dedicato al Fisco.

- Advertisement -

Come prepararsi alla dichiarazione dei redditi 2021

La dichiarazione dei redditi si presenta con diversi modelli: 730 e Modello Persone Fisiche, tutte disponibili con precompilata sul portale online. L’Agenzia delle Entrate avvisa che ci sono queste scadenze:

  • il 26 ottobre scade il termine di presentazione per il 730 integrativo attraverso CAF o professionista abilitato;
  • il 10 novembre è l’ultimo giorno per il 730 correttivo;
  • il 30 novembre scade la presentazione del modello Redditi Precompilato e il modello Redditi correttivo del 730.

Per la Dichiarazione Precompilata 2021, disponibile a partire dal 30 aprile, l’Agenzia delle Entrate fornisce dei consigli sui dati da raccogliere e su quelli che non si vuole rendere disponibili. Link della scheda aggiornata.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter