Ismea: terreni agricoli ed agevolazioni

Agevolazioni d'acquisto per i giovani imprenditori del settore agricolo

Pubblicato il bando di acquisto di terreni agricoli in vendita. Agevolazioni soprattutto per i giovani imprenditori. L‘Ismea (istituto di servizi per il Mercato agricolo Alimentare) ha indicato nel proprio sito, tutti i lotti disponibili. Sono rese note le modalità di acquisto. L’elenco completo e visionabile su www.ismea.it gratuitamente. Si parla di circa 7707 ettari di terreni disponibili su tutta Italia.

Quali sono le agevolazioni previste?

Il settore primario italiano vuole e deve crescere. Lo scopo è proprio quello di aumentare e migliorare il settore agricolo nel nostro Paese. I giovani imprenditori agricoli avranno delle agevolazioni:

  • potranno procede al pagamento in rate annuali o semestrali;
  • l’ipoteca verrà concessa sul 100% del valore d’asta del terreno;
  • il piano di ammortamento per il rientro può essere fino a 30 anni.

Si potrà così mettere a reddito il proprio investimento e pagare piano per volta il proprio debito.

Come funziona la vendita?

Secondo quanto stabilito dal bando ed approvato il 24 maggio 2018 si procederà così:

  • i terreni sono venduti a corpo e non a misura;
  • gli interessati devono registrarsi sul sito Ismea;
  • l’Ismea invierà una lettera di invito;
  • le proposte d’acquisto devono essere inviate in busta chiusa;
  • il deposito cauzionale è pari al 10% del valore di base d’asta;
  • una commissione valuterà le proposte d’acquisto;
  • verrà stipulato l’elenco delle assegnazioni.

La presentazione è possibile dal 3 ottobre fino al 2 dicembre 2018.

Quali sono i requisiti per l’acquisto?

Possono procedere all’acquisto dei terreni tutti coloro che hanno i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 41 anni;
  • imprenditori agricoli individuali o in forma societaria;
  • essere regolarmente iscritto alla camera di commercio;
  • possedere una partita IVA in campo agricolo;
  • usufruire di regime previdenziale;
  • non aver subito condanne penale.

Qualsiasi sia la forma societaria scelta occorre che ci sia l’indicazione di impresa agricola sulla denominazione societaria. Investire nel settore agricolo è una sfida da non sottovalutare, ma si tratta si tratta delle basi indispensabili di un Paese.

Francesca Cavaleri
Laureata in economia aziendale con specializzazione in direzione aziendale, nella vita sono una giovane imprenditrice nel settore immobiliare e nella gestione condominiale
Potrebbero interessarti anche