La leggenda del fantasma di Betsy Beaumont

Oggi, nella nostra rubrica Misteri e Leggere, ci troviamo nel Missouri, in America per raccontarvi una nuova storia di terrore.

La leggenda del fantasma di Betsy Beaumont

Amici e amiche, amanti del brivido, oggi ci troviamo nel Missouri in America per parlarvi della leggenda del fantasma di Betsy Beaumont. La storia di Betsy Beaumont ha più di 30 anni e sebbene si tratti, almeno in apparenza, di una leggenda metropolitana, sono molti in realtà gli abitanti della città di Branson che ci credono. In questa zona ci sono i boschi dove si organizza ogni anno il Great Rivers Council dei Boy Scouts d’America. In tale occasione si racconta la storia di Betsy Beaumont, una bellissima ragazza vissuta nei famigerati anni ’70 che sognava di diventare una famosa cantante country. Purtroppo, la ragazza era sì bella ma era molto stonata e  perciò veniva scartata da ogni gruppo musicale.

L’intraprendenza della ragazza, però, la portò a seguire assidue lezioni di canto in uno studio di registrazione e lentamente la sua voce cominciò a migliorare. Non riuscì, però, mai a sfondare nel campo musicale e così dovette accontentarsi di far parte di un gruppo musicale locale. In tal periodo fece la conoscenza di Bobby, un ragazzo che aveva altri sogni e che la portava sempre con sé nei campeggi in cui andava. Il ragazzo era, infatti, un boy scout.

La leggenda del fantasma di Betsy Beaumont

I due decisero di sposarsi e nel contempo Bobby divenne un leader boy scout. Quella passione, però, finì per sovrastare i desideri della ragazza e portò Bobby a spendere tutto ciò che aveva per sponsorizzare uno dei tanti campi estivi per ragazzi nei pressi del Fellows Lake.

Loading...

La mancanza di denaro cominciò a creare discussioni nella coppia ed il matrimonio, dopo un po’ d’anni, finì poiché un giorno Bobby mentre tornava a casa da un campeggio, morì in un misterioso incidente stradale. Misterioso, sì, poiché la sua auto venne trovata nel bosco e a bordo il suo corpo venne ritrovato massacrato da decine di pugnalate.

L’uomo aveva stipulato un’assicurazione sulla vita che Betsy pensò bene di utilizzare i soldi per trasferirsi a Nashville e iniziare una nuova vita ma quando lesse le intenzioni del defunto marito scoprì che l’eredità sarebbe andata ad un’associazione di boy scouts per costruire un nuovo campo.

La leggenda del fantasma di Betsy Beaumont

Il campo venne costruito e Betsy andò molte volte a visitarlo meditando anche la vendetta, cioè dar fuoco al campo. Così si procurò tre taniche di benzina ma lungo la strada, nel punto esatto dove era morto Bobby, la sua auto investì un cervo, sbandò e si schiantò contro un albero prendendo fuoco. Il suo corpo carbonizzato venne riconosciuto dalla fede nuziale che aveva al dito.

La leggenda narra che da allora il fantasma di Betsy si aggiri in quei boschi alimentata dalla rabbia e dal desiderio di vendetta e darebbe la caccia ai boy scouts che vagano da soli lontano dal campo. Sembrerebbe, infatti, che ogni anno, nei pressi del bosco, un ragazzo scompaia misteriosamente. Inoltre, si racconta anche che a tarda notte si possa sentire cantare nel bosco, una voce femminile sgraziata che stride o si lamenta tra gli alberi.

La leggenda del fantasma di Betsy Beaumont: non fuggire

Gli abitanti del posto ci raccontano che la leggenda vuole che se il fantasma di Betsy dovesse apparire, non bisogna fuggire ma bensì guardarla negli occhi. Se sono azzurri, vuol dire lei è di buon umore e, probabilmente, non farà del male a nessuno; ma se sono di colore rosso o giallastri lei è arrabbiata ed allora le conseguenze possono essere letali.

Se siete scout o semplici curiosi e vi capiterà di passare tra i boschi vicino a Branson e incontrare il fantasma di Betsy vi consiglio di comportarvi come perfetti galantuomini e ricoprirla di complimenti per la sua bellissima voce ma ricordate, mai osare prenderla in giro o fuggire altrimenti il suo fantasma sarà l’ultima cosa che i vostri occhi vedranno.

Roby Contarino
Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Quotidian Post anche con CalcioNow, Spynews e Supernews. Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre uscirà il suo nuovo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Potrebbero interessarti anche