“Mi seguono come una ladra a causa dei miei tatuaggi”

La 29enne Sarah Hutchinson afferma che i tatuaggi che ha sul corpo le hanno pregiudicato il rispetto altrui. E' costantemente seguita dalle guardie di sicurezza quando entra nei negozi

La scelta di Sarah Hutchinson, 29 anni, personal trainer e musicista, di farsi fare un tatuaggio dopo l’altro le ha provocato non pochi problemi.

Attualmente, la superficie di pelle tatuata è pari al 70%, pertanto, è comprensibile che non siano facili da nascondere tutti questi tatuaggi e che Sarah non passi esattamente inosservata.

- Advertisement -

Oggi la donna è pentita di avere esagerato con l’arte tattoo, anche se ha dichiarato che in realtà ama la maggior parte dei disegni e i colori scelti negli anni per ricoprire l’epidermide. Purtroppo, infatti, ha riscontrato che il suo aspetto risulta poco raccomandabile. Di conseguenza, ogni volta che entra in un negozio per fare acquisti oppure semplicemente per ‘dare un’occhiata’ (come moltissimi di noi fanno senza incontrare problemi), si vede regolarmente seguita a stretta distanza dai commessi o, peggio, dalle guardie di sicurezza.

Purtroppo, gli individui tatuati vengono spesso associati agli atteggiamenti negativi di alcuni di loro. Però si tende a generalizzare.

- Advertisement -

Molte volte all’interno di un negozio, ha raccontato Sarah, si rendeva conto che la guardia la seguiva durante tutta la sua permanenza. Un giorno, infastidita più del solito, ha minacciato di rubare davvero qualcosa se non smetteva di fissarla continuamente.

La donna ha dichiarato che oggi alcuni tatuaggi vorrebbe non averli fatti, in particolare, la luna, la stella è la parola “perché” che si trovano riprodotte sulle mani.

- Advertisement -

I consigli di Sarah per chi ama i tatuaggi sono: affidarsi solo a tatuatori professionisti ed esperti e attendere almeno tre mesi prima di farsi riprodurre sulla pelle un disegno.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.