Morte Andrea Mazzetto: la fidanzata insultata sui social

Vicenza, parla Sara Bragante, fidanzata di Andrea Mazzetto, morto per recuperare un cellulare: "Inondata di insulti, mi danno dell'assassina".

Sara Bragante (27 anni) è la fidanzata di Andrea Mazzetto. Il ragazzo è morto lo scorso 21 agosto sull’Altopiano di Asiago (Vicenza) per recuperare il suo cellulare (non quello di Sara come ha precisato TgCom24) cadendo in un dirupo. La giovane ha dichiarato di essere stata inondata da insulti suo social. Alcuni l’avrebbero tacciata di essere un’assassina. Sara ha aggiunto che le è stato augurato di fare la stessa fine di Andrea. Alla fine la ragazza è stata costretta a bloccare i suoi profili.

Andrea Mazzetto i commenti di odio a Sara Bragante

Dovevi morire tu” questo è uno dei tanti commenti di odio che Sara Bragante, fidanzata di Andrea Mazzetto, ha ricevuto in queste ore sui social. Il 30enne è caduto dallo sperone Altar Knotto sull’altopiano di Asiago mentre tentava di recuperare il suo cellulare. Inutili gli interventi da parte dei soccorritori.

- Advertisement -

Sara: “Mi augurano di fare la stessa fine

Intervistata al Corriere della sera, Sara Bragante ha parlato degli insulti che è stata costretta a subire sui social dopo la morte del fidanzato “Mi augurano di fare la fine di Andrea. Uno sconosciuto su Instagram ha rubato alcune mie foto e ne ha fatto una storia titolandola: Assassina“. Sara ha spiegato che il suo ragazzo amava pubblicare le foto che scattava, proprio per questo aveva deciso di inserire l’ultima foto ritraente Andrea assieme a lei per ricordarlo in quell’ultimo momento di felicità.

Ha bloccato i profili social

Sara Bragante ha sottolineato: “Ho bloccato i miei profili social, ma gli hater continuano“. La ragazza ha intenzione di rendere i suoi social privati e di utilizzarli come album fotografico, proprio come era solito fare Andrea. Nonostante sia stata una disgrazia del tutto fortuita, molti utenti danno la colpa a Sara per la morte del 30enne. Uno di questi le dice: “Spero pubblicherai i selfie dal funerale del tuo fidanzato” oppure: “È morto perché lei non riesce a stare senza telefono“.

- Advertisement -

Il racconto dell’incidente

Sara Bragante ha raccontato di come quel giorno lei e Andrea Mazzetta si trovassero sull’Altar Knotto per un’escursione. Sarebbe stato Andea a dire a Sara di raggiungerlo sulla cima. Alla fine la ragazza si è lasciata convincere. Il 30enne avrebbe quindi chiesto alla fidanzata di mettersi in posa sul ciglio del masso; le ha scattato una foto, ma lei sarebbe stata molto impaurita. Avrebbe avuto un giramento di testa e stava perdendo l’equilibrio: a salvarla è stato Andrea che l’ha afferrata per una mano, ma in quell’istante il cellulare del ragazzo sarebbe caduto.

Lì c’erano diversi dati e documenti importanti per lui. Andrea Mazzetta non ha avuto altra scelta quindi se non quella di provare a recuperare il cellulare. Nel tentativo però la roccia si è sgretolata ed è scivolato facendo un volo di pochi metri. La tragedia reale è avvenuta subito dopo in quanto, finendo sullo spiazzo ai piedi della roccia, Andrea è subito rotolato in avanti, verso il baratro. Sara lo avrebbe sentito gridare, poi lui è sparito, nel baratro oscuro della morte.