Operatore del 118 muore colpito da infarto mentre sta assistendo una persona in arresto cardiaco

Monterotondo (Roma). Roberto Campigotto, operatore del 118, muore durante il suo turno di servizio colpito da infarto

Monterotondo, in provincia di Roma. Il 57enne Roberto Campigotto muore colpito da infarto mentre sta soccorrendo una persona che si trova in arresto cardiaco.

E’ successo ieri pomeriggio. Roberto Campigotto parte come sempre con l’ambulanza alla volta dell’indirizzo comunicatogli per soccorrere una persona dichiarata in arresto cardiaco. Mentre i suoi colleghi del 118 stanno praticando le dovute manovre su quest’uomo, Campigotto si sente male. Un improvviso e forte dolore al petto. Chiede aiuto ai colleghi che chiamano immediatamente rinforzi. Arrivano a breve in loco altre due ambulanze e anche il medico rianimatore dell’elisoccorso.

- Advertisement -

Viene fatto il possibile per rianimarlo però purtroppo non riescono a salvargli la vita: Roberto Campigotto muore durante il tragitto per raggiungere l’ospedale.

Colleghi, amici, famigliari ricordano Roberto come una persona altruista, sempre pronto a spendersi per gli altri. E lo dimostrava ogni giorno con la dedizione che metteva nel suo lavoro.

- Advertisement -

Il sindaco di Monterotondo e quello di Sacrofano (dove la vittima risiedeva) si stringono al dolore della famiglia per l’improvvisa perdita ricordando l’importanza per la collettività del servizio prestato da tutti gli operatori sanitari. In particolare, il 118 riesce a salvare ogni giorno moltissime vite. E’ un lavoro pieno di difficoltà che richiede dedizione e passione, ma che spesso viene dato per scontato e non sufficientemente avvalorato. Questo il messaggio riportato su “Salute Lazio” da parte degli esponenti della Regione.

Elisabetta Beretta
Elisabetta Beretta
Ho un diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in lingue estere e un background da studio commercialista, dove ho lavorato per 27 anni in Italia occupandomi di dichiarazioni dei redditi, bilanci ed ero la responsabile finanziaria dello studio. Ma ho sempre amato scrivere. Nel 2021 ho cominciato a predisporre contenuti di vario genere come ghostwriter. Nel 2022 ho deciso di avere bisogno di un cambiamento radicale: mi sono licenziata e sono partita per l’Andalusia dove sono attualmente residente.