Roma:enorme grattugia a cielo aperto

Il Sindaco, Virginia Raggi, si espone:la sicurezza dei cittadini al primo posto, effettueremo 1500 riparazioni al giorno.

È emergenza a Roma.  Il manto stradale romano non è mai stato così impraticabile.Questo comporta rallentamenti e code estenuanti per i cittadini romani. Si contano circa 230.000 veicoli danneggiati a causa di dossi e crateri nelle strade capitoline. Proprio i romani danneggiati, rappresentati da varie associazioni dei consumatori, hanno presentato un esposto alla Procura, aprendo così un’inchiesta.

Tale esposto richiede un’ indagine sulle responsabilità di tale situazione, inverosimilmente imputata al mal tempo delle ultime due settimane. Esige inoltre chiarezza sugli appalti e sulla qualità dei lavori effettuati sulle strade. L’asfalto, infatti, provato da pioggia e ghiaccio si è letteralmente sgretolato sotto le ruote degli autisti capitolini, bucando gomme e danneggiando auto. La stima è altissima, un auto su dieci.

Celere la risposta della Raggi e del Campidoglio:“quello che più ci preme è l’incolumità dei cittadini e ci adopereremo per tutelarla”. In programma l’intensificazione delle opere d’intervento sulle strade. L’obiettivo del Sindaco di Roma è riparare mediamente 1.500 buche al giorno, per un totale di oltre 50.000 risanamenti. Resta da attendere ciò che rivelerà l’ indagine, per ora verso ignoti, su quella che ora sembra una città del terzo mondo, con strade dissestate, pozzanghere e voragini.

Loading...

Siamo certi però che un malto stradale qualitativamente accettabile venga smembrato da un giorno di neve e una settimana di pioggia? Staremo a vedere come si pronuncerà la Procura Capitolina nei prossimi mesi riguardo alle colpe ed agli eventuali risarcimenti.

Potrebbero interessarti anche