Sciopero portavalori, a rischio prelievi l’1 e 2 agosto

I problemi maggiori potrebbero riguardare i pensionati e i correntisti

I principali Istituti di credito stanno avvisando i propri clienti via email che l’1 e il 2 di agosto potrebbero esserci problemi con i prelievi agli sportelli bancomat.

Sciopero nazionale dei portavalori

La causa è lo sciopero dei portavalori che chiedono il rinnovo del contratto fermo da 3 anni e mezzo. Intesa San Paolo e altri istituti stanno già avvisando i loro clienti via mail e con dei cartelli, avvertendo che in quei due giorni potrebbero esserci difficoltà con il prelievo, mentre Poste Italiane ancora non ha dato nessuna notizia a riguardo. I problemi maggiori  potrebbero riguardare gli anziani in particolare i pensionati che riscuotono la pensione ai primi del mese.

Sciopero annunciato a luglio

Lo sciopero era già stato annunciato a luglio e indetto dai sindacati UIlFisascat-Cisl e Uiltucs per sollecitare temi sul salario, cambio di appalto, sicurezza e salute. “Abbiamo provato a scongiurare lo sciopero sin da giugno, ma la trattativa non si è sbloccata”, dichiara Sandro Pagaria, responsabile nazionale della Filcams Cgil. Nello sciopero verranno coinvolti 70 mila addetti alla vigilanza privata e dei servizi fiduciari, in attesa del nuovo contratto nazionale.


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Potrebbero interessarti anche