Template per e-commerce: come scegliere quello giusto per te

Per chi ha intenzione di aprire un e-commerce è fondamentale la scelta del giusto template

Hai deciso di creare il tuo e-commerce per vendere prodotti o servizi online?

Tra le varie scelte che dovrai compiere c’è quella relativa al template da utilizzare; questo deve rappresentare al meglio il tuo business ed essere user friendly.

- Advertisement -

Infatti, l’esperienza dell’utente ha attualmente un’importanza cruciale e può davvero fare la differenza tra un e-commerce che va bene ed uno che va male.

Per mezzo del template potrai dare una struttura al tuo sito senza dover creare tutto da zero. Questa è la ragione per la quale vengono molto utilizzati.

- Advertisement -

Inoltre, usando un template potrai scegliere di aggiungere al tuo sito delle features specifiche per il tuo e-commerce, ma non solo! Potrai anche scegliere di cambiare i colori, caricare delle immagini o dei video ed inserire tutti i prodotti o i servizi che vendi.

Come fare a scegliere il template giusto per il tuo negozio online?

- Advertisement -

Perché devo utilizzare un template per il mio e-commerce?

Come abbiamo sottolineato in precedenza, un sito web deve garantire all’utente la migliore esperienza possibile. Ebbene, la realizzazione di questo non è affatto semplice e, di conseguenza, utilizzando un template potrai “saltare” tutti gli step iniziali che riguardano la struttura e la definizione del sito.

Oltre a questo, attraverso l’utilizzo del template avrai la possibilità di risparmiare molto, senza danneggiare l’esperienza utente. Tutto ciò è possibile grazie al fatto che la maggior parte dei template sono stati disegnati da designer professionisti.

Come scegliere il miglior template per il mio e-commerce?

Ora che abbiamo spiegato per quale motivo si consiglia di utilizzare un template per strutturare il proprio e-commerce, proseguiamo capendo come scegliere il migliore.

Attenzione: non esiste un template migliore in assoluto, ma devi trovare quello giusto per il tuo sito web e per i tuoi obiettivi.

Quali variabili devi tenere in considerazione nella scelta?

Prima di tutto la compatibilità: devi assicurarti che non ci siano problemi di compatibilità con il CMS che hai scelto e con i tool che ti serviranno per gestire il tuo e-commerce.

La seconda variabile è data dal brand. Infatti, il tuo sito web dovrà riflettere il tuo business e la tua identità per mezzo dei colori, delle grafiche e delle immagini utilizzate.

Una condizione fondamentale per un e-commerce nel 2022 è quella di essere mobile friendly. Infatti, la maggior parte degli acquisti vengono effettuati da mobile e, di conseguenza, è fondamentale che l’esperienza da cellulare sia la migliore possibile.

Un altro fattore da valutare per scegliere il template del tuo e-commerce? Sicuramente il costo. L’ampia scelta che hai a disposizione si traduce in varie fasce di prezzo tra le quali scegliere.

Ci sono altre cose da sapere prima di aprire un e-commerce?

La fase relativa alla scelta del template è solo una delle cose da fare prima di lanciare un e-commerce.

Oltre a questo, ad esempio, dovrai aprire obbligatoriamente la Partita IVA. Questa è obbligatoria anche se hai un basso volume di vendita oppure se non hai un magazzino nel quale stoccare la merce.

Infatti, secondo la legge italiana, la Partita IVA dev’essere aperta quando un’attività diventa abituale o professionale. Pertanto, il fatto di creare un sito web per la vendita di prodotti o servizi rende la tua attività abituale e ti obbliga ad aprire la Partita IVA.

Per farlo puoi rivolgerti ad un consulente fiscale, come Fiscozen, che se ne occuperà per te comodamente online.

Puoi ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un consulente fiscale, al quale potrai fare tutte le domande relative alla tua attività, come quelle sulle tasse o i contributi, oppure sull’obbligo di fatturazione.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower