US Open 2014. Errani e Pennetta ai quarti.

C_3_Media_1434322_immagine_ts673_400

Gli US Open 2014 sono al momento decisivo. Nel tabellone femminile due tenniste italiane protagoniste: Flavia Pennetta e Sara Errani.

ERRANI. L’ultimo slam della stagione entra nel vivo e, anche questa volta, il tabellone femminile è dominato da due tenniste italiane. Partiamo da un punto fermo del tennis femminile italiano e internazionale: Sara Errani. Certo, non può piacere a tutti, anzi. I suoi modi spesso sono rivedibili e il suo tennis non ci farà di certo strappare i capelli a livello estetico. Il tennis femminile vive un momento di profonda anarchia, all’opposto di quello maschile che ha gerarchie ben definite. Sara Errani ha il merito indubbio di essersi inserita e presa il palcoscenico. Non solo il doppio con Roberta Vinci ma anche nel singolo Sara si sta distinguendo. A New York, Sara ha battuto Venus Williams. Questo di per sé basterebbe a definire eccezionale la sua gita nell’East Coast. Ovvio, questa Venus non è più quella di una volta, anzi. Ormai gli anni pesano sul suo tennis ma non è mai facile avere ragione di questa leonessa indomita che infatti fa sudare la vittoria a Sara, che però non si scompone e, nonostante un pubblico ostile, si impone e passa il turno. A volte Sara perde il controllo e al termine del match appoggia la mano all’orecchio in aperta polemica con il pubblico americano ovviamente dalla parte di Venere. Niente di grava, ovviamente, ma quel gesto poteva essere evitato. La tennista azzurra ha incontrato un’avversaria ampiamente alla sua portata: Mirjana Lucic-Baroni, numero 121 del mondo. Non senza ansie, Sara si qualifica ai quarti, perdendo il secondo set per 6-3 ma rifacendosi alla grande battendo la Croata con un netto 6-0. Il match ha seguito sostanzialmente la falsa riga dell’incontro con Venus. Un primo set combattuto e giocato alla pari, un secondo set in cui l’avversaria, decisamente più potente, l’ha presa a pallate senza lasciarle scampo e un terzo set amministrato con acume tattico e maturità. Sara ora avrà di fronte la ex numero 1 del mondo, Caroline Wozniacki. La Danese, attualmente numero 11 al mondo, ha battuto 2 volte su tre la nostra beniamina, che è di sole tre posizioni più in basse nel ranking WTA. Forza Sara!

Loading...

PENNETTA.Un’altra Williams si mette sul cammino del tennis nostrano. Questa volta però è la dinamitica Serena. Flavia Pennetta sta giocando un ottimo US Open forte della sua testa di serie numero 11 e di un periodo di ottima forma. Finora ha lasciato un solo set nel primo turno alla tedesca Julia Georges, in un match vinto in tre set (6-3/4-6/6-1) e poi ha spazzato via la Rogers in due set, 6-4/6-3 per la tennista di Brindisi, poi non ha faticato contro la Gibbs che non ha opposto particolari resistenze: 6-4/6-0 per l’azzurra. E ieri, incontrava la testa di serie numero 29 del torneo: Casey Dellacqua. Non al meglio, Flavia ha molti problemi alla battuta ma Casey non riesce a trarne alcun vantaggio. Flavia vince in due set pur non esprimendo il suo miglior tennis. Ecco, proprio il miglior tennis servirà nel prossimo turno. Di fronte avrà la schiaccia-sassi Serena che, come Federer nel maschile, è a caccia del 18° successo slam. Finora, Serena ha concesso all’avversarie 17 games in 5 partite: impressionante. Contro Serena, Flavia dovrà sfoderare una prestazione perfetta, sperando che l’avversaria non sia al meglio o non riesca ad esprimersi al suo livello. Sarà una prova dura ma la nostra ragazza non deve tremare di fronte alla Williams, che l’ha sempre battuta nei precedenti incontri.

Comunque vada, questi US Open 2014 sono stati un successo per il tennis femminile italiano. Ancora una volta.