Villa Foscari: il fantasma della Malcontenta

Continua la nostra rubrica dedicata agli appassionati del paranormale. Andiamo alla scoperta di una villa, nel cuore di Venezia, in cui si aggira il fantasma di una bellissima donna: "La Malcontenta".

Una splendida villa del Cinquecento, con forma cubica, ampie finestre e la facciata principale rivolta verso l’acqua, come tutte le nobili case veneziane, con il pronao e grandi scalinate si erge sulla riva sinistra del fiume Brenta, su un’ampia curva che almeno in

parte avvolge la costruzione. Ci troviamo a Mira, in provincia di Venezia, e la Villa in questione si chiama “Villa Foscari” e fu progettata da Andrea Palladio e costruita nel 1560 per conto dei fratelli Nicolò e Alvise Foscari. La villa è aperta al pubblico ed è visitabile nonostante al suo interno celi un mistero, o meglio una presenza. La presenza del fantasma di una donna, Elisabetta Dolfin, che la leggenda descrive libertina, dalla vita licenziosa eccessivamente, a tal punto da creare imbarazzo alla propria famiglia che la rinchiuse tra queste mura per tutta la vita. “La Malcontenta” è così che viene definita.

Loading...

La storia del fantasma della “Malcontenta” la si fa risalire al 1555 quando Nicolò Foscari sposò la bella Elisabetta Dolfin, che era vedova. La loro unione non fu certamente fortunata. I pettegolezzi sulle presunte infedeltà e inquietudini della donna si facevano largo nella città. Il Foscari esasperato e avvolto in questa cappa di malignità e sospetti non seppe resistere e così decise di esiliare l’infedele lì nella villa appena costruita.

La bella Elisabetta continuava a proclamare la sua innocenza ma il perdono non le arrivò mai. Tra quelle mura visse i suoi trent’anni di vita, quella clausura la condusse alla malinconia e ad una forma di depressione accentuata che la portarono alla morte.

I veneziani la ribattezzarono “La Malcontenta” e da lei la villa prende il nome, da allora. Dopo la morte della donna il suo fantasma è stato visto aggirarsi nelle stanze della Villa ed in partiolar modo nella stanza di Armida, così chiamata per le statue presenti che raffigurano Armida e Rinaldo, e nel giardino posteriore. Secondo la testimonianza di quanti l’hanno vista, il fantasma della “Malcontenta” ha le sembianze di una donna bellissima, dalla pelle pallida e i capelli rossi, che indossa un lungo abito nero elegante e scollato. Il suo grande attaccamento alla vita terrena rende la figura spesso nitida a tal punto da sembrare una persona reale, mentre altre volte è solo un’immagine evanescente che flutta nell’aria. In molti hanno giurato, inoltre, di aver visto un’ombra di una bellissima donna, nelle notti di luna nuova, vestita completamente di bianco.

Il fantasma della “Malcontenta” secondo alcune voci, avrebbe ispirato il personaggio “Mirtilla Malcontenta” presente nel romanzo di Harry Potter.

La Villa Foscari “Malcontenta” è ritenuta una delle più famose ville venete per le sue splendide proporzioni e ogni giorno migliaia di visitatori intrepidi giungono da ogni parte del mondo per visitarla, con la speranza, anche e forse, di incontrare la bella “Malcontenta” che vive tra quelle mura.