Zafferano: proprietà benefici e controindicazioni

E' la spezia più costosa al mondo, basti pensare che in Italia il costo può toccare le 500 euro al chilo.

Lo Zafferano è una pianta originaria dell’Asia Minore appartiene alla famiglia delle Iridaceae, è presente   in Spagna, Grecia e in Italia dove esistono ampie coltivazioni  in Sardegna, Marche e Abruzzo. Il fiore nasce da un bulbo da cui si sviluppa il gambo e la caratteristica corolla dal colore violaceo.

E’ la spezia piu’ costosa al mondo In Italia, il costo può toccare circa 500 euro al chilo, ed aumenta in proporzione a quantità più piccole, arrivando a costare 10 volte questa cifra!

Il suo aroma particolare viene apprezzato soprattutto in cucina si presta a moltissime preparazioni dai primi ai dolci, perchè non contiene calorie, esalta e arricchisce i sapori dando colore alle pietanze.

Loading...

Fin dall’antichità gli egizi  e i romani ne facevano uso non solo in cucina ma anche in medicina e addirittura nella cosmesi per le sue molteplici proprietà.

Esso contiene carotenoidi che gli conferiscono il colore protegge le cellule, contiene vitamine  A, B1 e B2 e un olio essenziale ad azione prevalentemente eupeptica, cardiotonica, antispasmodica, emmenagoga e stomachica.
E’ un antidepressivo per lievi forme di depressione, aiuta a controllare gli sbalzi d’umore,   regola l’apparato digestivo in quanto i pigmenti che entrano in circolo aumentano la secrezione di succhi gastrici.

Non solo esso diminuisce la pressione sanguigna, riducendo ipertensione.

Lo zafferano è un potente antiossidante, il suo utilizzo contrasta efficacemente i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
E’ un antinfiammatorio in quanto contiene curcumina che ha i medesimi effetti del cortisone nel placare infiammazioni.

Ha proprietà afrodisiache perchè contiene serotonina aumentando il desiderio.

Aiuta a dare sollievo a denti e gengive irritate, aiuta a fortificare i capelli agisce sulla fibra capillare rendendo i capelli voluminosi e difendendoli dalle aggressioni esterne.

Per quanto riguarda le controindicazioni se usato in dosi eccessive risulta tossico per l’organismo provocando emorragia, vertigini, sonnolenza. va chiarito che se viene usato in quantitativo normale sopratutto in ambito culinario non contiene particolari variazioni negative.

Ambra Leanza

Potrebbero interessarti anche