Attacco hacker: vertice a Palazzo Chigi

La nota che segue il vertice rassicura: "Nessuna istituzione o azienda primaria che opera in settori critici per la sicurezza nazionale è stata colpita"

Il Governo italiano rassicura: l’attacco hacker segnalato dall’Agenza per la Cybersicurezza Nazionale non ha colpito “settori critici”.

Attacco hacker: cosa ha dichiarato il Governo italiano?

Un vertice a Palazzo Chigi per capire quanti e quali danni l’attacco hacker abbia causato ai nostri sistemi informatici. I pirati informatici avrebbero colpito aziende e infrastrutture di caratura internazionale ma “nessuna Istituzione o azienda primaria che operi in settori critici per la sicurezza nazionale“. A chiarirlo è una nota di Palazzo Chigi emanata dopo il vertice. Secondo l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale “non sono emerse evidenze che riconducano ad aggressione da parte di un soggetto statale o assimilabile a uno Stato ostile. È invece probabile l’azione di criminali informatici, che richiedono il pagamento di un ‘riscatto’“. Il vicepremier Antonio Tajani ha dichiarato che l’Italia ha già adottato le misure necessarie per proteggere i “siti più sensibili”.

- Advertisement -

Tajani: “Azione forte per impedire i cyberattacchi

Tajani ha dichiarato che le “istituzioni stanno rafforzando il sistema, anche nelle ambasciate” e che c’è in atto “un’azione forte dello stato per impedire i cyberattacchi”. Nella nota diramata da Palazzo Chigi si legge che il vertice sulla cybersicurezza ha permesso di verificare che, “pur nella gravità dell’accaduto, in Italia nessuna istituzione o azienda primaria che opera in settori critici per la sicurezza nazionale è stata colpita“.

Regali per stupire i bambini: esperienze che alimentano la curiosità e...

Quando si pensa a regali per i bambini, si è soliti considerare oggetti materiali, spesso dimenticando l'inestimabile valore delle esperienze che, oltre a stupire,...