Attenzione alle bevande zuccherate: il consumo quotidiano favorisce l’invecchiamento precoce dei tessuti

Lo studio dell'’American Journal of Public Healt lancia l'allarme sugli effetti del consumo abituale di bevande zuccherate

E’ quanto emerge da uno studio del 2014 pubblicato sull’American Journal of Public Healt, dal titolo “Bibite ed invecchiamento cellulare: associazioni tra il consumo di bevande zuccherate e la lunghezza dei telometri dei leucociti in adulti sani provenienti dal National Healt and Nutrition Examination Surveys”.

In altre parole, le bevande gassate – e zuccherate – influiscono non poco sulla nostra salute.  Intuitivamente, è facile comprendere che queste determinino un aumento di peso e favoriscano l’insorgere di altre patologie. Addirittura, sarebbero la causa di un più rapido invecchiamento delle cellule del nostro organismo.  

- Advertisement -

A rischio anche i bambini. Le bevande zuccherate provocano i medesimi danni del fumo di sigaretta

E’ stato, infatti, rilevato che i soggetti che tendono a bere abitualmente bevande zuccherate, abbiano le parti terminali dei cromosomi – i telometri, appunto – decisamente più corti. Questo favorisce, quindi, un precoce invecchiamento dei tessuti.  E, nonostante lo studio sia stato condotto soltanto sugli adulti, l’allarme potrebbe riguardare anche i bambini, proverbiali consumatori di bevande gassate e zuccherate.

L’effetto finale di questa abitudine alimentare – ormai definibile malsana – sarebbe, infine,  paragonabile a quello provocato dal fumo di sigaretta: dai 4 ai 6 anni di invecchiamento in più con mezzo litro di bevande zuccherate e gassate al giorno.