Bollette luce e gas sono soggette a prescrizione

Se avete tante bollette non pagate e da molto tempo, quest'anno arriva la prescrizione per i debiti di energia, gas e acqua. L'Arera ha pubblicato una delibera che spiega come viene applicato questo diritto e con quali tempi

La crisi economica di questi anni ha ridotto molte famiglie al lastrico e, purtroppo, molti debitori nei confronti delle società di luce e gas. Per chi ha pagamenti in arretrato oltre i due anni deve sapere che dal 1 gennaio 2021 c’è una grossa novità introdotta con la Legge di Bilancio 2018 e la delibera numero 97/18/R/Com resa nota anche da Arera, Autorità di Regolamentazione per Energia, Reti e Ambiente.

Le bollette cadono in prescrizione, alcune anche dopo due anni

Le bollette della luce da quest’anno sono soggette a prescrizione, vuol dire che al decorso dei termini l’Arera non potrà più chiedere all’inquilino in ritardo i pagamenti dei suoi debiti. La scadenza dei termini di prescrizione è fissata a due anni.

- Advertisement -

Se avete bollette non pagate di cui temete possibile contestazione controllate bene la data per vedere se rientra nei termini così descritti, se non lo sapete fare voi potete chiedere consulenza a professionisti come avvocati, commercialisti ma anche associazioni di consumatori ed esperti di utenze.

Alcune differenze tra energia, gas e acqua

Come riportano diversi giornali e anche le associazioni dei consumatori, è stata l’Arera attraverso una delibera a stabilire i termini di caduta in prescrizione delle bollette scadute e non pagate. Il decorso richiede almeno due anni e non cinque come chiedeva la precedente normativa. Tra fornitura di energia, gas e acqua i tempi però sono molto diversi e segue quanto era stato inserito nella Legge di Bilancio 2018.

- Advertisement -
  • Per l’energia elettrica, l’Arera ha stabilito che le bollette emesse a partire dal 1 marzo 2018 hanno termini di prescrizione di due anni, mentre le bollette precedenti di 5 anni.
  • Per le bollette di fornitura acqua, dal primo gennaio 2020 rimangono ancora validi i 5 anni fissati con il decorso precedente.
  • Per la fornitura di gas, l’Arera ha stabilito la caduta in prescrizione dopo due anni delle bollette scadute e non pagate dal 2 gennaio 2019. Per date antecedenti la prescrizione è dopo i cinque anni.

La comunicazione necessaria per far valere il diritto di prescrizione

Per far valere il diritto di prescrizione è necessario anticipare il sollecito di Arera con una contestazione scritta alla società di fornitura scelta attraverso una raccomandata o una mail PEC. Ecco che cosa dovrà contenere la comunicazione:

  • I dati dell’intestatario e dell’utenza;
  • Nome, cognome e codice POD (luce) o codice PDR (gas);
  • I motivi del reclamo;
  • Una copia del documento d’identità;
  • La fattura o il sollecito ricevuto oltre i termini.
Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter

Panini Comics celebra Deadpool

Deadpool, il Mercenario Chiacchierone del grande Universo Marvel,torna protagonista al cinema con Deadpool & Wolverine, film Marvel Studios nelle sale italiane a partire da...