Bonus benzina 2024: ecco come richiederlo e a chi spetta

Disponibile il bonus benzina che mette a disposizione 200 euro per l'acquisto di carburante

Il bonus benzina rappresenta un contributo economico di 200 euro utile per fronteggiare l’aumento del costo del carburante e incluso nel Decreto Aiuti. Vediamo nel dettaglio come funziona e chi può richiederlo.

Bonus benzina 2024: a chi spetta

La misura è prevista, come detto, nel Decreto Aiuti ed è rivolta ai lavoratori che hanno un reddito annuo lordo inferiore ai 35.000 euro. Si tratta di un bonus che viene erogato una tantum, quindi previsto per una sola volta.

- Advertisement -

Il bonus è destinato soltanto all’acquisto di carburante, con l’obiettivo di aiutare chi usa l’auto per motivi personali o di lavoro. Ricordiamo quindi l’erogazione del bonus non avverrà in maniera automatica, ma dipenderà dalla politica aziendale. Sarà il datore di lavoro a decidere modalità e criteri di assegnazione ai propri dipendenti.

Possono beneficiare del bonus benzina, i lavoratori dipendenti nel settore privato, oltre ai lavoratori in smart working. Restano invece escluse le amministrazioni pubbliche.

- Advertisement -

Il contributo sarà di massimo 200 euro e sarà sotto forma di Fringe benefit, quindi la tassazione sarà estremamente bassa, ma il contributo sarà comunque soggetto a oneri contributivi.

Bonus benzina: come richiederlo nel 2024

Per la richiesta del bonus benzina fino a 200 euro non bisogna presentare la domanda, poichè è il datore di lavoro che decide se corrispondere il contributo e l’importo.

- Advertisement -

Quando arriva il bonus benzina

Come abbiamo specificato, sarà l’azienda a decidere modalità e criteri di assegnazione del bonus benzina. Ad ogni modo, dovrebbe arrivare direttamente in busta paga e la misura è valida fino al 31 dicembre 2024.