Bonus climatizzatori 2024: ecco come funziona e come richiederlo

Prevista una detrazione fiscale del 50% per l'acquisto di pompe di calore con funzione di riscaldamento e raffreddamento. Inoltre, se si rottama la vecchia caldaia si può usufruire dell'ecobonus del 65%.

Nel corso dei prossimi mesi è prevista la possibilità di usufruire del bonus climatizzatori 2024, grazie alla detrazione del 50% per l’acquisto di un impianto a pompa di calore con doppia funzione di raffrescamento e riscaldamento.

Inoltre, per chi vuole rottamare la vecchia caldaia e sostituire il riscaldamento a gas con un impianto di nuova generazione, si può accedere all’ecobonus del 65%.

- Advertisement -

Bonus climatizzatori 50%

I climatizzatori a pompa di calore rientrano nelle detrazione fiscale del 50% senza dover necessariamente effettuare lavori di ristrutturazione e senza dover presentare pratiche edilizie dato che rientrano nella categoria degli impianti a fonti energetiche rinnovabili.

Infatti, il climatizzatore a pompa di calore utilizza solo una parte dell’energia elettrica, in quanto per il suo funzionamento sfrutta direttamente l’energia dell’ambiente. Inoltre, la funzione inverte consente di funzionare sia per il riscaldamento che per il raffrescamento.

- Advertisement -

Per poter richiedere il bonus è necessaria semplicemente effettuare il pagamento tramite bonifico e in questo modo sarà possibile portare in detrazione la spesa direttamente nella dichiarazione dei redditi. Naturalmente la fattura deve comprendere sia l’acquisto che l’installazione del nuovo impianto.

Ecobonus al 65% per la sostituzione della vecchia caldaia

Qualora si abbia intenzione di effettuare un intervento più drastico, passando direttamente al riscaldamento elettrico, fino a fine anno si ha diritto all’ecobonus del 65%. Occorre presentare la pratica all’Enea e l’acquisto del nuovo impianto deve essere accompagnato dalla rottamazione della vecchia caldaia a gas.

- Advertisement -

Con questa soluzione si può ottenere un risparmio in bolletta del 50% e inoltre si prepara la strada verso una casa più sostenibile e in linea con quanto previsto dalla direttiva europea sulle case green.

Marco Fior
Marco Fior
Mi chiamo Marco e sono un web writer freelance. Scrivo articoli per blog, siti web e pagine social. Tra le mie passioni c'è tutto quello che riguarda l'immobiliare (settore in cui ho lavorato diversi anni), finanza, economia, tecnologia, motori e sport. Mi piace scrivere di vari argomenti perché amo imparare cose nuove ogni giorno.