Bonus Neet: che cos’è, quando e come richiederlo

da oggi al via le domande collegandosi al sito dell'Inps

Il decreto lavoro ha introdotto un incentivo per le aziende che vogliono assumere giovani sotto i trent’anni. Si chiama bonus Neet perché offre una percentuale in aiuti per l’assunzione di giovanissimi (sotto i trent’anni) che non studiano, non lavorano e non sono impegnati in percorsi formativi.

In Italia, si trovano in questa situazione ben 1,7 milioni di giovani, 19% della popolazione tra i 15 e i 29 anni.

- Advertisement -

Le percentuali crescono soprattutto nelle regioni del sud: Calabria 28,2%, Campania 29,7%, Sicilia +30%.

Bonus Neet: quando e come richiederlo

Il bonus neet è disponibile da oggi, 31 luglio. Per richiederlo si deve compilare il modulo di domanda nel sito dell’Inps, la procedura è online. L’ente previdenziale ha fornito istruzioni con una circolare del 21 luglio, numero 68.

- Advertisement -

L’incentivo consiste in un aiuto a favore del datore di lavoro pari al 60% della retribuzione lorda dei giovani che assumono per 12 mesi. Se il datore di lavoro ha richiesto altri incentivi, sgravi o aiuti fiscali, ad esempio per l’apprendistato professionalizzante, l’incentivo scende a 20% invece che 60%.

Requisiti dei giovani da assumere

Le aziende che richiedono il bonus neet devono assumere giovani che non hanno compiuto trent’anni. In più, non devono lavorare e studiare, questa è la principale caratteristica dei cosiddetti neet. In più, i giovani che assumono devono essere iscritti al programma “Iniziativa occupazione giovani” oppure al GOL, Garanzia di occupazione per i lavoratori, gestito dall’Anpal. Le iscrizioni a questi due programmi sono attivi dal 1 giugno al 31 dicembre 2023.

- Advertisement -

Altri requisiti e obblighi: il contratto a tempo indeterminato

L’agevolazione è rivolta solo ai lavoratori del settore privato e non per la Pubblica amministrazione. Il bonus neet non può essere utilizzato per stabilizzare lavoratori assunti a termine e anche lavoratori domestici, intermittenti e prestatori di lavoro occasionale. La tipologia di contratto da attivare è a tempo indeterminato, a scopo di somministrazione, con contratto di apprendistato professionalizzante.

Fonte: Inps.it

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter