Bonus per la sostituzione della plastica monouso. Ecco come ottenere fino a 10.000 euro

L'Agenzia delle Entrate ha comunicato le modalità per poter richiedere il bonus. Vediamo i dettagli.

La plastica monouso rappresenta senza dubbio un grande problema per il Pianeta, non a caso l’Unione Europea è al lavoro per rivedere completamente il regolamento relativo agli imballaggi cercando di ridurli sensibilmente.

A partire dal 2030, secondo gli accordi stipulati, dovrebbero essere messe al bando le buste di plastica leggera e le confezioni monouso per frutta e verdura. Nell’ottica di premiare le aziende che vogliono diventare più virtuose, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica insieme al Ministero delle imprese e del Made in Italy e il Ministero dell’Economia, hanno introdotto un credito d’imposta del 20% per coprire le spese sostenute per l’acquisto di imballaggi ecosostenibili.

- Advertisement -

Chi può beneficiare del bonus

Il credito d’imposta è destinato alle imprese che rispettano i seguenti requisiti:

  • Devono essere attive, costituite e iscritte al Registro delle imprese
  • Devono essere iscritte all’assicurazione generale obbligatoria
  • Non devono essere oggetto di sanzioni interdittive
  • Non deve esistere nei loro confronti le cause di divieto, decadenza o sospensione di cui l’articolo 67 del decreto legislativo del 6 settembre 2011
  • Non devono essere in stato di liquidazione.

Quali spese copre il credito d’imposta e come richiederlo

Sono ammesse le spese sostenute nel corso degli anni 2022, 2023 e 2024. Viene coperto l’acquisto di imballaggi riutilizzabili o realizzati in materiale biodegradabile o compostabile.

- Advertisement -

Per poter beneficiare del credito d’imposta bisogna presentare la domanda utilizzando la procedura informatica accessibile dal sito del Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica.

Marco Fior
Marco Fior
Mi chiamo Marco e sono un web writer freelance. Scrivo articoli per blog, siti web e pagine social. Tra le mie passioni c'è tutto quello che riguarda l'immobiliare (settore in cui ho lavorato diversi anni), finanza, economia, tecnologia, motori e sport. Mi piace scrivere di vari argomenti perché amo imparare cose nuove ogni giorno.