Calano le donazioni di sangue, l’appello dei medici

In calo le donazioni di sangue, appello di medici e operatori sanitari

Calano le donazioni di sangue, negli ultimi giorni si è riscontrata una riduzione del 10-15% e si teme che le cose possano peggiorare. Il problema è che molte persone temono di recarsi nei centri raccolta per paura del contagio da Coronavirus, ma Giancarlo Liumbruno, che dirige il Centro nazionale sangue, ha rassicurato: “il percorso della donazione è protetto e sicuro, vengono prese tutte le precauzioni anti Covid-19″.

Donare il sangue non è pericoloso

Per chi, però, ha paura di andare in ospedale, l’invito è quello di recarsi presso le autoemoteche , campi attrezzati esterni alle strutture sanitarie. Inoltre, tutti i centri trasfusionali pongono in essere misure di sicurezza sia per donatori che per operatori, oltre ai controlli frequenti, sia i posti nelle sale di attesa che le poltrone di donazione sono posizionate a distanza di sicurezza.

- Advertisement -

Liumbruno ha inoltre rassicurato i donatori che la donazione di sangue è stata inserita dal ministero della Salute tra le attività di natura sanitaria per le quali è possibile lasciare la propria abitazione. Inoltre, chi riceve le donazioni non è a rischio contagio perché il virus non è presente nel sangue.

Il calo di sangue sta provando problemi ai pazienti cronici, che per sopravvivere necessitano di trasfusioni. La regione Lazio sta acquistando sacche di sangue dal nord Italia, ma sta iniziando a scarseggiare anche lì.

- Advertisement -

L’appello dello scrittore Carofiglio

Per diffondere il messaggio e l’accorato appello dei medici, anche lo scrittore, ex magistrato ed ex politico Gianrico Carofiglio è andato a donare, immortalando il momento con un tweet nel quale si mostra con una mascherina in compagnia di un operatore sanitario.

Andiamo a donare il sangue. Ce n’è tanto bisogno e si può fare in totale sicurezza. È un modo per partecipare direttamente a questa battaglia (con i medici e gli infermieri e tutto il personale sanitario) che vinceremo tutti insieme. Io ci sono andato stamattina” ha scritto come didascalia alla sua foto.