Calza della Befana, la vera leggenda e storia

La storia sulla leggenda della calza della Befana

Il 6 gennaio si celebra l’Epifania, la giornata che chiude tutte le feste natalizie. Nella tradizione cristiana si ricorda il cammino dei Re Magi verso Betlemme per consegnare oro incenso e mirra al Bambin Gesù. Sono molti i miti e leggende che si tramandano sulla Befana. Vediamo insieme perché esiste la calza e qual’é la sua storia.

Come nasce la leggenda della calza della Befana

La Befana é raffigurata come un’anziana donna che la notte tra il 5 e il 6 gennaio porta dolci ai bambini, alcune volte carbone per chi non si é comportato bene. Qual’é é il motivo che vede protagonista la calza durante l’Epifania? E perché viene utilizzata per essere riempita da caramelle e dolci? Una leggenda narra che i tre Re Magi in cammino verso Betlemme non riuscendo a trovare la mangiatoia chiesero ad un’anziana donna che percorso dovevano fare per raggiungere il bambin Gesú. Nonostante lei sapesse non volle aiutarli né andare con loro.

- Advertisement -

Dopo poco si pentì della sua scelta e prese un cestino pieno di dolci, s’incamminò alla ricerca dei Re Magi per raggiungerli. Ad ogni casa che trovava per la strada, la donna anziana bussava speranzosa di ritrovarli, e in ogni porta che entrava lasciava in regalo dei doni a ogni bambino. La sua speranza era di trovare Gesù.

Da questo nasce la vera leggenda della calza della Befana, che vedrebbe l’anziana girare tutto il mondo per regalare dolci ai bambini ed espiare la sua colpa. Mentre ogni piccolo aspettando la Befana metterebbe una calza fuori dalla porta o una scarpa, che la Befana poteva utilizzare per il suo viaggio oppure riempirla di dolci.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower