Calze intelligenti che permettono la cura a distanza dei pazienti

La tecnologia è stata sperimentata con successo a Melbourne.

In Australia, a Melbourne, è stata inventata la tecnologia delle “calze smart” che permetterebbe ai fisioterapisti di seguire a distanza i pazienti.

Questo particolare tipo di calza è stato sviluppato da una ricercatrice PhD dell’University of Melbourne, Deepti Aggarwal. Ha sperimentato la tecnologia al Royal Children Hospital di Melbourne su pazienti affetti da dolore cronico.

Nelle “calze intelligenti” sono presenti dei sensori di pressione e movimento. Questi inviano dei feedback in tempo reale sullo stato di salute del paziente e sugli esercizi che compie. Ad esempio se il paziente saltella o si accovaccia, il fisioterapista riceve le notifiche.

La rappresentazione visiva dei movimenti e della distribuzione del peso permette ai pazienti stessi di monitorare i loro progressi incoraggiandoli a proseguire la riabilitazione. Questa tecnologia è una valida alternativa alle visite di persona dei pazienti rurali o con problemi di mobilità. Specialmente in condizioni in cui vi sia un dolore cronico. Oltretutto fornisce delle informazioni ai fisioterapisti che non potrebbero ottenere con i video consultivi.

Loading...

Grazie agli smart socks i fisioterapisti potrebbero ottenere due visite faccia a faccia e il resto tramite consultazioni video. Questo per valutare le condizioni correnti e i problemi del paziente. Il costo di produzione di questi calzini è di circa 300 dollari australiani, l’equivalente di 200 euro. Non sono ancora disponibili per il commercio ma la ricercatrice Deepti Aggarwal prevede che saranno presto disponibili nella comune pratica clinica.