Cancro e depressione: quando l’umore condiziona la salute

La depressione aumenta il rischio di morte nei malati di cancro. Lo dice un nuovo studio

Il nesso tra cancro e umore esiste. Uno studio prova che i pazienti depressi hanno meno probabilità di sopravvivere di quelli il cui stato di salute mentale è migliore.

Infatti, i pazienti con cancro ai polmoni i cui sintomi della depressione sono peggiorati dopo la diagnosi sono morti significativamente prima di quelli i cui sintomi sono rimasti gli stessi o sono migliorati, mostra un nuovo studio.

- Advertisement -

Anche i pazienti che hanno ricevuto nuovi trattamenti che hanno notevolmente migliorato la sopravvivenza per molte persone con carcinoma polmonare avanzato hanno visto le loro vite accorciate se affetti da depressione.

Questo è il primo studio che ha esaminato come la traiettoria dei sintomi depressivi influisce sulla sopravvivenza nei pazienti con cancro ai polmoni, ha detto  Barbara Andersen

- Advertisement -

Studi precedenti hanno appena esaminato la depressione al momento della diagnosi e poco dopo per prevedere la sopravvivenza“, ha detto Andersen.

Ma questo studio dimostra che ciò che accade ai livelli di depressione dopo la diagnosi e nei mesi successivi sono la chiave per capire come la depressione si rapporta alla morte prematura“.

- Advertisement -

Lo studio è stato pubblicato online sulla rivista Psychosomatic Medicine.

Lo studio ha coinvolto 157 pazienti con carcinoma polmonare avanzato (stadio IV) presso il Comprehensive Cancer Center dell’Ohio. I pazienti hanno completato le misure dei sintomi del disturbo depressivo maggiore e del disturbo d’ansia generalizzato quando sono entrati nello studio al momento della diagnosi. Sono stati regolarmente intervistati, mensilmente per otto mesi e poi ogni due mesi per un massimo di due anni.

Oltre alla depressione e all’ansia, le analisi dei ricercatori hanno controllato una varietà di altri fattori che possono influenzare la sopravvivenza, come età, razza, stato occupazionale, livelli di reddito e stato di fumo.

Hanno anche analizzato fattori importanti che non sono stati considerati nella maggior parte degli altri studi che hanno esaminato la connessione tra sintomi psicologici e sopravvivenza nei pazienti con cancro del polmone, incluso il tipo di trattamento del cancro ricevuto, lo stato civile e l’istruzione.

Dopo aver controllato questi fattori, la traiettoria dell’ansia, a partire dalla diagnosi e continuando in seguito, non ha avuto un effetto significativo sulla sopravvivenza, ma la traiettoria della depressione sì.

Alla diagnosi, circa il 28% dei pazienti aveva livelli moderati di depressione, mentre l’8% aveva livelli di depressione da moderati a gravi. Il resto aveva livelli più bassi.

La buona notizia, ha detto Andersen, è che la maggior parte dei pazienti ha mostrato una diminuzione dei sintomi della depressione dopo la diagnosi poiché sono stati testati ogni uno o due mesi.

Ma coloro che non lo facevano, e che avevano i sintomi depressivi più gravi, rischiavano di morire prima.

Ad esempio, quei pazienti che non avevano o avevano solo livelli lievi di depressione a tre mesi dopo la diagnosi avevano una probabilità migliore del 50% di sopravvivere a 15 mesi. I tassi di sopravvivenza di coloro che avevano livelli da moderati a gravi erano più vicini al 30%.

Dobbiamo aiutare questi pazienti, non solo alla diagnosi, ma durante il trattamento per eliminare i sintomi depressivi dall’equazione e lasciare che queste nuove impressionanti terapie facciano il loro lavoro, ha detto Andersen.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.