Cappotto termico, ultime novità: che cos’è e perché è utile all’economia di casa

Cappotto termico, uno strumento alleato contro il caro bollette, sia in inverno che in estate. Ne parliamo all'interno di questo articolo.

Il cappotto termico, chiamato anche isolamento a cappotto, è una tecnica costruttiva che limita la dispersione di calore nelle abitazioni attraverso pannelli isolanti. Vengono applicati sulla superficie esterna delle pareti perimetrali degli edifici e hanno queste funzioni: favorire la diminuzione del fabbisogno di riscaldamento in inverno perché impedisce al freddo e anche all’umidità di entrare. Favorire il raffrescamento estivo perché attenua gli effetti dei raggi solari diretti e dell’afa. Impedire all’umidità di formarsi all’interno delle mura, favorisce così la non formazione delle muffe.

Le ultime novità

Nel 2024 potranno essere ancora utilizzati gli incentivi e gli sconti fiscali per rifare il cappotto termico. La legge di Bilancio in approvazione non li ha variati di molto per il nuovo anno, dureranno quindi per altri dodici mesi, inseriti nel bonus ristrutturazioni e negli ecobonus. Il cappotto termico è tra le soluzioni consigliate per risparmiare sul riscaldamento ma anche sull’utilizzo di condizionatori e ventilatori.

- Advertisement -

Quanti gradi si recuperano con il cappotto termico?

I cappotti termici costruiti con materiale di ultima generazione e rispettosi dell’ambiente, permettono di recuperare tre gradi di temperatura in un inverno non troppo rigido. In una casa in pianura riescono a favorire una temperatura tra i 19 gradi e i 22 gradi, un tasso di umidità tra il 40 e il 60%. Il miglioramento energetico riscontrato è tra il 25 e il 24%, mentre il risparmio annuo in bolletta è del 20% secondo dati Enea.
Il cappotto termico viene utilizzato anche per l’isolamento acustico, soprattutto in città e nei luoghi turistici. Tra i materiali di ultima generazione utilizzati tanto per creare isolamento acustico che termico troviamo il sughero, la fibra di legno, la cellulosa e la lana di roccia.

Cappotto termico e manutenzione: ecco il test da fare tutti i giorni

Il controllo periodico annuale dei cappotti termici diventa importante, un test immediato del funzionamento dei pannelli installati si può fare tutte le sere.

- Advertisement -

Accedere i termosifoni o il riscaldamento a venti gradi, mantenerli così finché la casa o le stanze non risultano riscaldate. Se la coibentazione funziona, la mattina successiva troveremo la temperatura scesa soltanto di uno o due gradi, se il termostato è sceso di più bisogna far controllare il cappotto termico installato.

Iole Di Cristofalo
Iole Di Cristofalo
Articolista e web copywriter