Come scegliere i biscotti secondo Altroconsumo: i criteri usati

Come scegliere i biscotti secondo Altroconsumo: i criteri usati per consumare prodotti di qualità e a basso costo

Altroconsumo ha rivelato, in una delle sue utili indagini finalizzate a tutelare i consumatori, i criteri ideali per sceglier i biscotti giusti. L’associazione non ha pubblicato una lista di marche e brand come è solito fare, ma ha dato dei consigli per avere un atteggiamento opportuno davanti allo scaffale dei golosi dolcetti che nascondono numerose insidie.

In commercio, soprattutto in Italia, esistono tantissimi tipologie di biscotti prodotti da brand diversi e tutti autorevoli. Questo solitamente disorienta i consumatori che acquistano alimenti non eccessivamente di qualità che tengono conto soprattutto del prezzo. Detto ciò e dopo aver testato circa 124 biscotti Altroconsumo ha redatto i criteri generici per poter acquistare un prodotto buono, economico e di qualità. Leggi anche qual’è il migliore pane in cassetta secondo Altroconsumo.

- Advertisement -

Quali consigli seguire per scegliere i biscotti giusti

  • La nota associazione a tutela dei consumatori consiglia di leggere sempre le tabelle nutrizionali e gli ingredienti
  • Acquistare i biscotti che hanno meno zuccheri, meno sale e meno grassi saturi.

Biscotti e grassi

In riferimento ai vari grassi occorre fare una valutazione diversa per quanto riguarda l’olio di palma, di colza e di cocco i quali presentano scarsa qualità nutrizionale e contengono acidi grassi saturi, se ingeriti nel lungo periodo potrebbero nuocere alla salute cardiovascolare.

La maggior parte degli oli vegetali, contiene anche gli acidi grassi insaturi che hanno un effetto protettore sul cuore. Troviamo l’olio di mais, soia e girasole con acidi grassi polinsaturi, poi l’olio di arachide e l’olio di oliva con una percentuale più alta di acidi grassi monoinsaturi.

- Advertisement -

Biscotti integrali

Sono oggi molto diffusi i biscotti integrali e quelli senza zucchero, ma anche latte o uva e quelli per i celiaci. È importante integrare le fibre che dovrebbero essere di almeno 25 gr giornaliere, con i biscotti integrali diviene facile farlo.

Biscotti senza

Se non ci sono particolari problemi scegliere i biscotti “senza” solo per ridurre l’apporto calorico non è sempre utile, mentre mangiare quelli integrali è spesso un vantaggio per l’assimilazione delle fibre quotidiane.

- Advertisement -

Quanti gr al giorno di biscotti si dovrebbero mangiare?

Infine occorre affermare che la porzione consigliata di biscotti quotidiani è di circa 30 gr, la cui quantità in unità varia a seconda del tipo di prodotto. In alcuni casi si possono consumare più biscotti mentre in altri la quantità si riferisce ad un solo dolciume. Di solito in media sono 3 biscotti.