Come si fa il pane in casa?

Pane-fatto-in-casa-senza-glutine

Il pane è un alimento fondamentale per la nostra dieta e non può mancare in nessun pranzo e in nessuna cena. Probabilmente è indispensabile perché ha una storia antichissima, ed è uno dei cibi più antichi: pare infatti che il pane sia di invenzione preistorica, anche se negli anni la preparazione ha subito molti cambiamenti.

Se solitamente acquistiamo il pane in panetteria o nei negozi di alimentari, bisogna sapere che è possibile anche fare il pane in casa, anche con il nostro forno. Abbiamo preso spunto dall’articolo di Come fare di Donna Moderna, e come vedremo è una preparazione anche piuttosto semplice, ma che darà parecchie soddisfazioni.

Loading...

Cosa ci serve: Bisogna sapere che per fare il pane in cane è necessario fare un impasto ad hoc, e quindi bisogna procurarsi il lievito madre, detto anche pasta madre. Per fare ottenere questa pasta serve acqua e farina manitoba , mentre per accelerare la fermentazione serve un altro elemento che possa creare batteri, come frutta, birra oppure segale. Questo lievito va conservato in frigo e va alimentato di tanto in tanto aggiungendo acqua e farina, e potrà essere disponibile ogni volta che servirà.

Più lunga sarà la conservazione e migliore sarà il gusto. Qualora si volesse però acquistare il lievito madre, è possibile farlo in negozi di prodotti biologici, comprando il lievito madre liofilizzato oppure il lievito di kamut. Ovviamente è possibile fare il pane con il lievito fresco, essiccato o il semplice lievito di birra, la preparazione sarà la stessa.

Gli altri ingredienti sono semplicemente farina, sale e acqua, tutto deciso a seconda della grandezza del lievito.

Prima fase: È necessario un panetto di lievito madre grande quanto una mela, per mezzo kg di farina, ma è consigliato sempre arrotondare per difetto. Il lievito va messo in una ciotola aggiungendo un cucchiaio di miele o zucchero per aumentare la lievitazione, dopodiché va coperto con un panno e fatto riposare.

Seconda fase: Qualche ora dopo si aggiunge la farina, il sale e l’acqua e si impasta con forza. Una volta ottenuta una pagnotta si ripone di nuovo nella ciotola e si copre con un canovaccio, coperta e pulita in modo da infondere calore.

Fase tre: Appena la pagnotta sarà cresciuta, potrà essere infornata a 200° per circa un’ora.

E per chi desidera ulteriormente sperimentare, ecco Come fare il lievito madre.