Come utilizzare le mascherine a scuola? Le indicazioni dell’OMS

Ecco chi è obbligato e chi no ad utilizzare le mascherine a scuola, le indicazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

Ormai il tanto atteso ritorno a scuola si avvicina sempre di più. Per garantire una maggiore sicurezza negli istituti scolastici è fondamentale garantire un’informazione trasparente su come ridurre i rischi di un possibile contagio. A dare preziosi consigli sul tema delle mascherine è direttamente L’Organizzazione Mondiale Della Sanità.

Chi non è obbligato ad indossare la mascherina

L’OMS invita a rispettare puntualmente le regole varate dalle autorità territoriali, tenendo conto però che i soggetti con un’età inferiore a 5 anni non dovrebbero indossare la mascherina. Il motivo è quello di tutelare la sicurezza del bambino, a quest’età infatti la mascherina potrebbe essere particolarmente pericolosa. L’OMS inoltre precisa che anche le persone con disabilità non dovrebbero essere obbligate ad indossare la mascherina, a qualsiasi età. La decisione sul se far indossare una mascherina ad una persona disabile deve ricadere solo ed esclusivamente sui genitori o sui tutori.

Bambini compresi tra i 6 e gli 11 anni

Sial l’Unicef che l’OMS ritengono chela decisione di imporre a ragazzini compresi tra i 6 e gli 11 anni l’utilizzo della mascherina dovrebbe basarsi su alcuni fattori precisi. Ad esempio: il numero dei soggetti positivi nella località di provenienza, capacità di utilizzare la mascherina in modo sicuro ed efficace, adeguata supervisione di un adulto, possibili interazioni del soggetto con persone potenzialmente positive o a rischio ecc.

Bambini dai 12 anni in sù

L’OMS e l’Unicef raccomandano ai soggetti con un’età di dodici anni o superiore di indossare le mascherine. La loro situazione sostanzialmente è paragonata a quella degli adulti.

Mascherina all’aperto

I bambini, sempre secondo l’OMS, non dovrebbero utilizzare le mascherine quando svolgono attività all’aperto. L’utilizzo delle stesse infatti potrebbe compromettere il respiro dei bambini mentre svolgono attività fisica. Per evitare possibili contagi è fondamentale osservare le altre regole di sicurezza come lavarsi bene le mani, mantenere la distanza di almeno un metro.

Leggi anche: Scuola e mascherine in aula: Bassetti “possono fare male”