Covid, Pregliasco: “Ritardi nei vaccini andavano considerati”

Pregliasco sui vaccini: "Ritardi andavano considerati. La produzione va oliata"

Dopo le dichiarazioni di Matteo Bassetti, che ha definito i ritardi della Pfizer dei “contrattempi”, asserendo che tutto è nella norma e non c’è nulla di cui preoccuparsi, ora anche Pregliasco si schiera sulla stessa linea.

“Una campagna vaccinale così imponente ha e avrà altri intoppi di carattere organizzativo, produttivo e distributivo. Il V-day ha creato aspettativa, ma si sapeva che era un momento simbolico”, dice Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Galeazzi di Milano, nel commentare i ritardi nell’arrivo dei vaccini Covid di Pfizer BioNTech.

- Advertisement -

Pregliasco sottolinea come non vada dimenticato che aver avuto dei vaccini in un solo anno, “è inusitato”, quindi è ovvio avere degli intoppi nella produzione e nella distribuzione, “vanno oliate”.

Non abbiamo alternative. Siamo con il fiato sospeso per governare al meglio quella che può essere la gestione della seconda dose secondo la tempistica giusta”, continua Pregliasco, sottolineando che in una fase iniziale “problematiche di produzione e distribuzione andavano considerate”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.