Dark mode di Gmail ora anche su iPhone e iPad

La dark mode di Gmail disponibile anche su iPhone, grazie all'ultimo aggiornamento iOS 13. A cosa serve e come impostarla.

dark mode gmail su iphone
Photo Credits: Pexels da Pixabay

Ora il supporto per la dark mode di Gmail sarà presente anche su iPhone e iPad. In questo momento, Google sta completando le ultime fasi del nuovo aggiornamento sull’App Store, una novità già disponibile da qualche tempo, su un numero limitato di dispositivi iOS e iPadOS.

C’è da dire però che le note di rilascio dell’ultima versione disponibile di Gmail sullo Store di Apple, ancora non menzionano ancora la dark mode, ma solo l’arrivo del supporto offline per la ricerca di Gmail, per cercare le e-mail anche senza connessione Internet.

Intanto possiamo dirvi a cosa servirà questa soluzione “più elegante”. La dark mode è sostanzialmente, una modalità scura che non affatica la vista (utile soprattutto di notte), e influisce sul risparmio della batteria. Disponibile per PC e smartphone Android, è impostata anche su Instagram, Messenger, WhatsApp, Twitter e YouTube.

Facebook invece, al momento offre la possibilità di impostarla manualmente solo in versione desktop.

Come impostare la dark mode

Se non siete molto pratici nell’utilizzo delle impostazioni delle app di Google, ecco come selezionare manualmente la dark mode di Gmail, una volta ottenuto l’aggiornamento da App Store. Andando sulle “Impostazioni” all’interno dell’app di Gmail, nella sezione “Tema” potrete scegliere manualmente tra il tema “Chiaro”, “Scuro” o “Predefinito di sistema”, se volete che l’app mantenga il settaggio di iOS.

La modalità scura aiuterà a risparmiare batteria sui display OLED e non affaticherà la vista quando si controllano le e-mail di notte. Una novità annunciata da Google già a settembre 2019. Per passare dal tema chiaro a quello scuro – ha spiegato Google – occorre avere aggiornato il sistema operativo di iPhone e iPad a iOS 13. Quindi, se volete anche voi questa nuova versione di Gmail sul vostro dispositivo Apple, controllate di avere tutti i requisiti, tra cui l’ultima versione aggiornata.