De Luca non riapre le scuole: “Non ci sono condizioni di sicurezza”, ma il Governo impugna

La decisione di De Luca di non riaprire le scuole verrà impugnata: "Il decreto prevede tale circostanza solo nel caso in cui ci si trovi in zona rossa".

Per il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, “non ci sono le condizioni minime di sicurezza” per riaprire le scuole, ed è per questo che nel testo dell’ordinanza non ancora pubblicata si prevede la chiusura con decorrenza dalla pubblicazione fino al 29 gennaio. L’unica attività garantita in presenza è quella per i disabili.

Ma il governo ha già ha annunciato l’intenzione di impugnare la decisione, con un provvedimento in consiglio dei ministri previsto per il 13 gennaio. Nel decreto legge approvato il 24 dicembre è stata, infatti, prorogata la norma che limita “esclusivamente” alla zona rossa la possibilità agli enti locali di “derogare alle disposizioni” dell’esecutivo in tema di focolai ed elevata diffusione del virus.

- Advertisement -

Sulla questione è intervenuto anche Sebastiano Leo, assessore all’istruzione della Regione Puglia, dichiarando che “Essendo in zona bianca non ci sarebbero i presupposti giuridici per una eventuale ordinanza sulla riapertura delle scuole“.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.