Autonomia differenziata, De Luca: “legge truffa, cosi si rompe l’Unità d’Italia”

Vincenzo De Luca è uno dei più accaniti oppositori di questo governo

Dopo l’intervento di Bersani e quello del segretario della CGIL, Maurizio Landini, anche il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha espresso critiche durissime nei confronti del provvedimento approvato al Senato e che dovrà passare il vaglio della Camera dei Deputati.

Io credo che dobbiamo fare un’operazione verità perché stanno mettendo in giro dati falsi per giustificare questa operazione di nuovo divario tra nord e sud”, ha chiosato il presidente della Regione Campania.

- Advertisement -

Subito dopo De Luca ha iniziato a elencare dati economici delle regioni per spiegare il suo punto di vista: “ogni cittadino del sud riceve come spesa pubblica 5000 euro in meno rispetto a un cittadino del nord, per quanto riguarda i posti letto la Campania ne ha 1/4 rispetto alla Lombardia. Per quanto riguarda i dipendenti della sanità ogni 1000 abitanti noi abbiamo quasi la metà dei dipendenti dell’Emilia Romagna e della Lombardia“.

De Luca si è detto totalmente contrario alla lettura secondo la quale il sud è composto da parassiti che non spendono mentre il nord è virtuoso definendola “una frottola che dobbiamo smontare“.

- Advertisement -

Poi l’annuncio: “noi faremo iniziative in queste settimane, presenteremo ricorso alla Corte Costituzionale se l’iter legislativo dovesse andare avanti“.

Il presidente della Regione Campania aveva già annunciato di voler denunciare il Ministro per il Sud, Fitto, a causa del braccio di ferro sulla questione dei fondi bloccati alle regioni del mezzogiorno.