Dieta integrale: pancia piatta e riduci il diabete

I benefici del consumo di cereali

Se dopo le vacanze natalizie avete messo su qualche chiletto di troppo e avete intenzione di seguire un regime alimentare più salutare per dimagrire e prepararvi per le festività Pasquali, questo articolo fa proprio per voi. La seguente dieta si basa su un’alimentazione prevalentemente integrale in quanto è risaputo da anni che i cereali integrali rappresentano una fonte di nutrienti essenziali per il benessere fisico. 

Quali sono i benefici connessi al consumo di cereali integrali?

Una dieta basata sui cereali integrali è sicuramente benefica per lo stato di salute, i cereali integrali infatti tendono a ridurre il grasso addominale e, secondo molti studi, incidono sulla prevenzione del diabete. Ovviamente questo tipo di alimentazione è assolutamente non indicata per i soggetti che soffrono di determinate patologie come la celiachia o l’ntestino irritabile. Quando si parla di cereali integrali ovviamente si apre un mare magnum, sono innumerevoli infatti, la proprietà che però li accomuna è il chicco, che tende a preservare tutte le sue componenti, ovvero la crusca esterna, il germe interno e l’endosperma. Sotto il profilo nutrizionale, il rilevante contenuto di fibre può essere molto utile nei procedimenti di perdita del peso corporeo. 

La revisione condotta nel 2008

Nel 2008 il board scientifico dell’azienda londinese HarlandHall Associates ha posto in essere una revisione sistematica di 15 studi molto interessante. La revisione in questione ha per oggetto la presunta eziologia che intercorre tra l’assunzione di cereali integrali e perdita di peso. L’esito della ricerca è stato proficuo, l’assunzione di tre porzioni al giorno di cereali integrali non solo aiuta a perdere peso ma aiuta a prevenire il diabete. 

Dieta integrale e diabete: quali sono principali i benefici ?

La dieta integrale può allontanare il diabete perché previene l’obesità, una delle maggior cause che fanno insorgere la malattia diabetica di tipo 2. Inoltre le fibre rallentano l’assorbimento dei zuccheri nel sangue migliorando la sensibilità insulinica.

Esempio dieta integrale

Ecco un esempio di Dieta Integrale: colazione 2-3 fette biscottate integrali con un cucchiaino di miele, uno yogurt bianco ed un frutto di stagione. A pranzo pasta o riso integrali con pomodo, per secondo invece carne bianca alla griglia o pesce con contorno di verdure, optare per una cottura grigliata o al vapore. Ottima idea realizzare delle insalatone con lattuga, petto di pollo e limone. Per la cena optare per zuppe di verdure con legumi accompagnate da pane integrale tostato.

Per avere una maggiore certezza dal punto di vista scientifico/medico è consigliabile un previo confronto con il proprio dottore prima di stravolgere completamente il proprio regime alimentare e le proprie abitudini. Alcuni soggetti infatti, a causa di svariate motivazioni, non possono basare la propria dieta sui cereali. Onde evitare spiacevoli disagi è quindi consigliabile un consulto con un esperto che conosca la vostra situazione di salute.