E-mail Google sulle registrazioni audio, cosa cambierà

Ecco cosa cambierà nelle impostazioni per le registrazioni audio di Google

Nelle ultime ore sta arrivando agli utenti di tutto il mondo un’e-mail Google con oggetto Abbiamo aggiornato la tua impostazione per le registrazioni vocali e audio. Cosa significa? A quanto pare, leggendo il resto del contenuto, si capisce che Google ha effettuato dei cambiamenti nelle impostazioni delle registrazioni audio. Ma cerchiamo di capire meglio cosa cambierà con questo aggiornamento.

Leggendo il testo dell’e-mail Google si intuisce meglio a cosa sono dovute le modifiche: “Di recente abbiamo aggiornato l’impostazione per le registrazioni vocali e audio nel tuo Account Google e abbiamo incluso ulteriori dettagli sul modo in cui Google utilizza queste registrazioni per migliorare i propri prodotti e le tecnologie che utilizzi“.

- Advertisement -

Infatti, all’interno del proprio account è presente una sezione dedicata alla cronologia, con tutte le attività svolte. Ad esempio, le ricerche effettuate sul web, la cronologia di Maps e anche le ricerche vocali, effettuate tramite l’Assistente di Google; anche queste quindi, vengono registrate e aggiunte nel nostro profilo.

Cosa cambia dopo l’aggiornamento di Google

Da ora in poi però, questi salvataggi non saranno più automatici. Google ha disattivato di default su tutti i profili il salvataggio automatico delle registrazioni audio. Al contrario, sarà l’utente a decidere se voler salvare le ricerche audio sul profilo Google. Questo per offrire, un maggiore controllo sugli audio conservati sul profilo personale, salvati nella sezione “Attività”. Questione di privacy, insomma. E’ un grande cambiamento da parte dell’azienda, tanto che la maggior parte degli utenti, soprattutto quelli non propriamente esperti, sono sempre stati ignari di questi salvataggi.

- Advertisement -

Bisogna precisare però, che l’impostazione non riguarda i dati audio salvati in precedenza, che resteranno presenti sul proprio profilo. Per eliminare anche questi, l’utente, dovrà solo accedere alle Attività del profilo.

Cosa deve fare l’utente per cambiare le impostazioni

Per concedere a Google di salvare questi dati, bisogna cliccare sul tasto “Controlla Impostazioni” (presente nella mail) e premere poi su “Registrazioni audio” nella pagina che si aprirà. Fatto questo, apparirà sullo schermo un testo in cui Google spiega i termini dell’attivazione della funzione. Cliccando su “Accetto”, tutte le registrazioni audio di Google Assistente verranno salvate sul proprio profilo.

- Advertisement -

Perché Google ha effettuato questi cambiamenti?

C’è sempre un motivo per cui un’azienda come Google, effettua modifiche di questo tipo, soprattutto quando si parla di dati dei propri utenti. In questo caso, la decisione arriva a seguito di un’inchiesta portata avanti lo scorso anno in cui si scoprì come l’azienda di Mountain View facesse ascoltare ad alcuni sui dipendenti le registrazioni audio salvate sui profili Google, per migliorare le capacità dell’assistente vocale.

Google, dal canto suo, ammise il fatto, ma affermando che si trattasse solo dello 0,2% delle registrazioni salvate. Infine, l’inchiesta dimostrò che Google non era l’unica azienda ad ascoltare le registrazioni degli utenti: anche Apple, Facebook, Amazon e Microsoft compivano queste azioni. Per questo motivo, Google ha deciso di offrire più controllo agli utenti e tutelare la loro privacy.

Panini Comics celebra Deadpool

Deadpool, il Mercenario Chiacchierone del grande Universo Marvel,torna protagonista al cinema con Deadpool & Wolverine, film Marvel Studios nelle sale italiane a partire da...