Fifa 2017

foto-fifa-2017

Finalmente l’attesa e’ finita! Già da ieri mattina, infatti, e’ arrivato negli scaffali dei negozi italiani di videogame il tanto atteso gioco virtuale di calcio.
Nei mesi passati erano state comunicate diverse novità che, rispetto alle edizioni passate avrebbero rivoluzionato il nuovo capitolo della famosa serie.
Dopo aver provato il giochetto posso confermare sicuramente tre caratteristiche principali:
1) FIFA 17 si basa sul Frostbite come motore grafico e ciò ha permesso e garantito un lavoro eccellente nel ricreare gli stadi, i calciatori e i dettagli del campo da gioco.
Anche l’intelligenza artificiale e’ migliorata di molto avvicinandosi notevolmente alla realtà, le manovre d’attacco infatti sono più complicate da prevedere mentre superare la difesa risulta più arduo del solito.
Tutto questo avviene a seconda del livello della squadra che si gestisce o si affronta. Ad esempio, se controllassimo la Roma contro l’Ascoli, noteremo una certa facilità nelle azioni e nel segnare mentre se giocassimo contro la Juventus vedremo una difficoltà maggiore nel vincere la partita.

2) La principale novità di quest’anno sarà la modalità “IL VIAGGIO” nella quale vestiremo i panni di Alex Hunter ragazzo prodigio che cercherà di farsi strada nel calcio che conta.
Affronteremo allenamenti, interviste e tutto non solo in prima persona ma circondati da scene reali all’interno e fuori dal campo.
Insomma provare per credere ma posso assicurarvi che ne vale veramente la pena.

Loading...

3) La modalità carriera allenatore e’ stata migliorata ulteriormente. Avremo la possibilità di portare a conseguimento diversi obiettivi a lungo e a breve termine a seconda della squadra che si allena.
Più obiettivi verranno portati a termine più la nostra reputazione attirerà l’interesse di società come Barcellona, Real Madrid e Bayern Monaco.

Ricapitolando quest’anno la EA Sports ha fatto finalmente dei passi da gigante avvicinandosi sempre più ad una realtà calcistica.
Se vogliamo l’unica pecca del gioco riguarda i calci piazzati e i rigori troppo difficili da realizzare.

 

Potrebbero interessarti anche