George Clooney e Amal Alamuddin adotteranno un orfano di guerra

Amal1

Belli, ricchi e di buon cuore George Clooney e Amal Alamuddin, la sua neosposa, un avvocato anglo-libanese. Dopo il matrimonio da favola a Venezia (prima le promesse solenni secondo la tradizione americana il 27 settembre scorso e poi il rito celebrato il 29 settembre) e il viaggio di nozze alle Seycelles, ora hanno deciso di allargare la famiglia adottando un bambino. Lo ha rivelato la rivista americana “Woman’s Day” e la notizia è stata rilanciata dal “Daily Mail”.

Secondo alcuni amici della coppia i neosposi sperano così di “porre l’attenzione sulla situazione dei minori rimasti senza genitori in Nazioni come la Siria, che sono dilaniate dai conflitti”. Probabilmente il nuovo membro della famiglia Clooney arriverà proprio dal martoriato Paese schiacciato tra gli estremisti dell’Isis e la dittatura di Bashar al Assad.

Con l’iniziativa dell’adozione George e Amal si apprestano ad eguagliare gli amici Brad Pitt ed Angelina Jolie, che hanno adottato tre bambini da zone difficili del mondo: i piccoli Maddox, cambogiano, e Zahara, etiope, e Pax Thien, vietnamita. Brad e Angelina hanno altri tre figli, concepiti in modo naturale: Shiloh Nouvel, e i gemelli Knox Lennon e Vivienne Marcheline.

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).
Potrebbero interessarti anche