Ghost, 25 anni fa usciva il film negli Stati Uniti

ghost-film-aldilà_650x435

Ghost, la  celeberrima pellicola del regista Jerry Zucker interpretata da Patrick Swayze – scomparso a soli 57 anni il 14 settembre 2009 per un tumore al pancreas scoperto venti mesi prima –, da Demi Moore e da un’esilarante Whoppi Golberg, compie un quarto di secolo. Il 13 luglio del 1990, infatti, uscì nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti, riscuotendo uno straordinario – quanto inaspettato – successo. Vinse anche due Oscar: uno per la miglior sceneggiatura originale di Bruce Joel Rubin, l’altro strameritato per la miglior attrice non protagonista, Whoopi Goldberg. La struggente storia del fantasma Sam (interpretato da Swayze) rimasto sulla terra per aiutare la sua fidanzata Molly (Moore) a scoprire chi l’ha ucciso e per tenersi in contatto con lei nonostante la morte, attraverso la simpaticissima medium Oda Mae Brown (Golberg), ottenne uno strepitoso successo al botteghino: costato 22 milioni di dollari, ne guadagnò 505,7, diventando primo nella classifica degli incassi nell’anno di uscita. Ancora oggi Ghost fa commuovere milioni di persone sulle note di “Unchained Melody” cantata dai Righteous Brothers, in particolare nell’ indimenticabile scena d’amore lavorando la creta.

 

Loading...

 

Dopo la maturità classica, mi sono laureata all'Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano in Scienze dell'Educazione, con una tesi in Pedagogia Interculturale dal titolo "Donna e Islam: la questione del velo". Scrivo per diverse testate on-line come "Al-Maghrebiya", "Ebraismo e dintorni", il blog del "Legno Storto" su argomenti riguardanti il mondo arabo e islamico, soprattutto per quanto riguarda la condizione della donna, il Medio Oriente, Esteri, immigrazione e integrazione. Ho scritto due racconti: "Dopo la notte" (Il Filo, 2009) e "Soltanto una donna" (Albatros - Il Filo, 2011).