Il mistero del green pass falso intestato ad Adolf Hitler

Un green pass falso intestato ad Adolf Hitler: rubate le chiavi di verifica dai database. Ora è allarme green pass falsi

Nell ultime ore, un’altra minaccia sembrerebbe incombere: quella dei Green Pass falsi che però risulterebbero autentici all’app ministeriale.

A lanciare l’allarme è l’account Twitter di reversebrain che ha condiviso un Green Pass molto ”particolare”: a quanto pare il titolare sarebbe Adolf Hitler, nato nel secolo scorso, mentre l’ente certificatore è la Caisse Nationale d’Assurance Maladie. 

- Advertisement -

Per crearlo potrebbero essere state utilizzate chiavi private illegittimamente diffuse. La chiave è la prima informazione letta dall’app VerificaC19. Tali chiavi dovrebbero essere custodite da enti certificatori, ma a questo punto qualcosa non è andato per il verso giusto.

Il problema non è di poco conto: se è cosi semplice reperire le chiavi e generare dei codici, in giro potrebbero essersi migliaia e migliaia di green pass falsi. L’unico modo per rimediare è quello per gli enti certificatori di riemettere certificati con nuove chiavi, ma così verrebbero però invalidati quelli esistenti.

- Advertisement -

.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.