La Cina ha eliminato il divieto d’importazione di formaggi “puzzolenti” come brie, Roquefort e stilton

Sulle tavole cinesi ritornano i formaggi a pasta molle come il gorgonzola

La Cina ha invertito il divieto all’importazione di diversi tipi di formaggi stagionati e morbidi, tra cui Roquefort, Blue Danese, Gorgonzola e Stilton.

Nel mese di settembre le autorità cinesi avevano bloccate completamente l’importazione dei formaggi sopra citati perchè i ceppi di batteri utilizzati non erano stati approvati.

Il divieto era stato imposto dopo una riunione con i funzionari dell’Unione europea, inserendo i formaggi in quarantena. Le importazioni dei formaggi temporaneamente vietati hanno ripreso la loro importazione.

Loading...

La Delegazione dell’UE e l’Ambasciata francese organizzeranno un seminario tecnico tra esperti europei e cinesi per aiutare a aggiornare gli standard, nel tentativo di evitare futuri divieti.

Il co-fondatore della Cheese Republic, Vincent Marion ha dichiarato “Siamo molto entusiasti della decisione, penso che sia un modo di mostrare che la Cina è aperta alla vendita di prodotti ancora estranei ma soprattutto del formaggio”

Il servizio di consegna on line, con sede a Shanghai, è specializzato in formaggi artigianali e il divieto aveva colpito più della metà dei prodotti che la società vendeva.

L’azienda di ricerca Euromonitor prevede che le vendite di formaggi in Cina raggiungeranno 5,3 miliardi di yuan (£ 620 milioni; $ 800 milioni), in crescita del 26% rispetto allo scorso anno.

Più del 90% è importato, la maggior parte proveniente dalla Nuova Zelanda e dall’Australia.

Il formaggio è cresciuto anche in popolarità tramite i fast food e pizzerie.