La figura del caregiver e la legge 104

Figura introdotta dalla legge di bilancio 2018

Il care-giver beneficia di nuove agevolazioni

Con la nuova Legge di Bilancio 2018 è stato istituito il Fondo Care-giver, che prevede l’erogazione di un assegno per l’assistenza ad un familiare che beneficia già delle agevolazioni della Legge 104. Per il triennio 2018-2020 sono stati assegnati 20 milioni di euro che dovranno essere distribuiti tra chi ne farà richiesta fino ad un massimo di 1.900 euro a testa.

Il care giver si prende cura di un familiare o affine malato

L’introduzione di questa figura è una novità per la legislazione italiana. Il termine care-giver identifica chi si occupa di un familiare fino al terzo grado di parentela fornendogli tutte le cure alle quali l’assistito non è in grado di provvedere da solo. Il  care-giver è colui che si occupa inoltre di tutte le pratiche amministrative per conto della persona disabile facendone effettivamente le veci.
Ecco chi può richiedere l’assegno:

  • il coniuge;
  • un familiare entro il secondo grado di parentela;
  • un familiare entro il terzo grado di parentela se riconosciuto invalido e non autosufficiente dalla Legge 104;
  • il convivente di fatto o la parte dell’unione civile, definite secondo la legge n. 76 del 20 maggio 2016 tra persone dello stesso sesso.

L’INPS sarà l’incaricato di accertare che la persona richiedente possieda tutti i requisiti necessari, si terrà conto della patologia, dell’ISEE, della residenza e altri aspetti che verranno segnalati prossimamente dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Il care-giver ha il diritto di chiedere il cambio full time – part time

Loading...

In campo aziendale l’introduzione della figura del care-giver ha portato non poche novità. Le aziende che vogliono attrezzarsi per poter per fornire tutte le informazioni specifiche sulla nuova normativa ai propri dipendenti devono dotarsi di servizi di welfare. Counselor, assistenti sociali o psicologi che gestiscono la consulenza  aiutano i lavoratori a muoversi con maggiore facilità tra le diverse pratiche burocratiche e a venire a conoscenza di tutti i propri diritti per supportare al meglio i propri parenti in difficoltà.

Le principali agevolazioni di cui un care-giver può usufruire sono:

  • in caso di assistenza ad un familiare con più di 80 anni, il diritto a convertire il proprio contratto dafull time a part time per un massimo di 2 anni.
  • Il diritto ad essere riconosciuto come categoria protetta.
  • La possibilità di richiedere il versamento di contributi previdenziali figurativi necessari per richiedere una pensione anticipata.