La frase di Miss Italia: un errore grave in un ragionamento sensato?

miss-italia-alice-sabatini_intera[1]

La frase della nuova Miss Italia, Alice Sabatini, ha scatenato grandi polemiche e ironia sulla rete. La concorrente della provincia di Viterbo, dopo la domanda pronunciata dal giudice Claudio Amendola che ha chiesto in quale periodo storico vorrebbe vivere, ha risposto che vorrebbe essere nel 1942, in piena Seconda Guerra Mondiale, per vedere se quello che scrivono sui libri di storia è vero.  Alla fine ha concluso che non avrebbe rischiato nulla perché le donne non combattevano. Durante la conferenza stampa la Sabatini ha voluto spiegare la risposta deriva dalle storie che gli ha raccontato la nonna 91enne che l’ha accompagnata alle finali di Jesolo. La frase pronunciata durante il concorso non è del tutto sensata, se è questo il suo significato reale. Per poter comprendere gli eventi accaduti nella storia, bisogna conoscerli da chi li ha vissuti, oltre che dai testi di storia.

Tuttavia, l’errore grave della nuova regina della bellezza italiana è quello di pensare che le donne erano esenti dal dramma della guerra. Nel ’42 le donne italiane lottavano per tenere unita la famiglia mentre i loro mariti e padri erano al fronte. Dopo l’armistizio e con lo scoppio della guerra civile, alcune di loro hanno fatto una scelta: se andare a combattere i nazifascisti con i partigiani, oppure unirsi nel Servizio Ausiliario Femminile della Repubblica Sociale Italiana.

Loading...