L’amica geniale – terza e quarta puntata

Continua il successo della serie "L'amica geniale". Recensione degli episodi 3-Le Metamorfosi e 4-La smarginatura. Trama, cast e commento.

amica geniale 2 Gaia Girace e Margherita Mazzucco

Continua l’appassionante serie TV Rai “L’amica geniale” diretta da Saverio Costanzo e tratta dai romanzi di Elena Ferrante. Qui https://www.quotidianpost.it/l-amica-geniale-la-serie-tv/ potete trovare la trama delle prime due puntate. Negli episodi 3 “La metamorfosi” e 4 “La smarginatura” le protagoniste Lila e Lenù sono cresciute (ora interpretate da Gaia Girace e Margherita Mazzucco). Le loro vite sono cambiate: Lila non frequenta più la scuola e lavora in bottega con il fratello Rino mentre Lenù frequenta le scuole medie. Lila sembra avere preso le distanze da Elena, rivolgendole poco e sgarbatamente la parola. La Greco continua a cercare l’affetto e dell’approvazione dell’amica, senza la quale il suo mondo appare più spento.

L’amica geniale: trama della terza e quarta puntata

Lila solo in apparenza sembra aver dimenticato la scuola. Elena scopre che la ragazza sta continuando a studiare e ha intrapreso da sola lo studio del latino. Sarà proprio Lila a darle una mano in questa materia. I libri riuniscono inaspettatamente le due ragazze quando entrambe vincono il premio come lettrici assidue presso la Biblioteca. Lila dimostra finalmente l’affetto che ha per Elena, ammettendo che aveva sentito la mancanza della ragazza. La Cerullo svela alla sua amica ritrovata il suo progetto di creare insieme al fratello scarpe per benestanti. Il loro scopo è diventare ricchi per poter sopravvivere al quartiere.

Continua il contrasto nell’aspetto fisico delle due ragazze. Lila diventa bellissima e sembra attrarre tutti i ragazzi del quartiere. Elena invece si trova ad affrontare, come molte adolescenti, una pelle difficile da gestire. Decide di fidanzarsi prima di Lila, accettando lo proposta di un compagno di classe a cui in realtà non è molto interessata.

Gaia Girace e Margherita Mazzucco

Anche in queste due puntate il personaggio di Lila continua a essere forte e dall’intelligenza acuta. Scopriamo anche il suo lato sensibile e protettivo nei confronti delle persone a cui vuole bene. Elena svela un lato molto umano nel volersi prendersi una rivincita sulla sua amica. Ritroviamo Carmela e Pasquale, i figli dello sfortunato Alfredo Peluso accusato dell’omicidio di Don Achille Carracci. I figli di quest’ultimo sembra vogliano di staccarsi dalle orme del padre e cambiare vita, coinvolgendo gli stessi Raffaele e Carmela. Scopriamo inoltre qualcosa di inaspettato (forse) sull’amore tra Melina e Sarratore.

I problemi legati all’adolescenza

Iniziano per le due ragazze i problemi legati alla crescita. La scena in cui Elena scopre di avere il ciclo ci ricorda di un argomento tabù, fino a poco tempo fa quasi sconosciuto alle ragazze prima che accadesse. Questo è uno degli esempi presenti nella serie che mostrano l’arretratezza culturale in cui vivevamo le ragazze. Le due protagoniste e le loro amiche crescendo attirano i bulli del paese. Lila dovrà difendere Elena, per poi trovarsi lei stessa vittima dei desideri del giovane Solara. La famiglia del ragazzo è a capo del Rione dopo l’assassinio di Don Achille.

Non deludono le due attrici che interpretano le protagoniste nell’adolescenza, rivelandosi espressive e talentuose. Realistica la somiglianza con le attrici che interpretavano Lila e Lenù da bambine. Esteticamente bella da vedere la scena del ballo, con una Lila naturale e armoniosa. Merita le lodi tutto il cast giovane, che fa sperare in una promettente nuova generazione di attori italiani.

Potrebbero interessarti anche