Le criptovalute resistono dopo i divieti del governo coreano

Prove di solidità per le monete virtuali, il bitcoin aumenta del 7%

PhotoCredit:TecnoAndroid.it

La Corea del Sud sta pensando di vietare il trading di criptovalute

Le monete virtuali rischiano di subire una brusca battuta di arresto anche a causa della decisione ventilata dal governo della Corea del Sud di vietare il trading di criptovalute che ha fatto precipitare i prezzi dei bitcoin. le autorità fiscali hanno fatto irruzione negli scambi locali sulla presunta evasione fiscale.

Il ministro della giustizia Park Sang-ki ha detto che il governo sta preparando una proposta di legge per vietare il commercio della valuta virtuale negli scambi interni. Probabilmente la decisione è dettata dalla necessità di contrastare l’evasione fiscale difficilmente controllabile negli scambi di monete virtuali.

Non mancano le critiche da parte degli esperti del settore che guardano con preoccupazione l’eventuale decisione da parte del governo sud coreano di vietare le criptovalute definendola “esagerata“.
Sviluppi come questo dovrebbero essere visti nel più ampio contesto della continua evoluzione e sviluppo delle valute digitali a livello globale“, ha dichiarato Cedric Jeanson, fondatore e CEO di BitSpread.

Loading...

Secondo i dati di Coinbase, dopo le indiscrezioni del ministro della giustizia coreano, il prezzo del bitcoin è crollato di oltre il 12%. Allarme rientrato con rialzo di oltre il 7% dopo che Reuters ha riferito che l’ufficio presidenziale della Corea del Sud ha detto che il piano di divieto “non era ancora stato finalizzato” ed è solo una delle cose che vengono prese in considerazione.

Dopo il 7% di rimbalzo, il bitcoin è sceso del 5% giovedì scorso, secondo quanto riferito da Coinbase la società di scambio di beni digitali con sede a San Francisco.

Il ruolo della Corea del Sud nel mercato delle monete virtuali

La Corea del Sud è uno dei principali mercati di scambio di criptovalute. Rappresenta tra il 6 e il 12% del commercio di bitcoin, secondo il sito web di settore CryptoCompare..

Le impressioni e prime reazioni degli esperti

Cedric Jeanson, fondatore e CEO di BitSpread, uno dei più grandi produttori di moneta digitale del mondo, ha minimizzato gli sviluppi nel paese asiatico.

È comprensibile il motivo per cui le autorità agiscono in Corea, che è diversa dagli altri mercati valutari digitali sotto diversi aspetti: i prezzi delle valute digitali sono molto più elevati rispetto al resto del mondo a causa delle circostanze locali“, ha affermato. “Sviluppi come questo dovrebbero essere visti nel più ampio contesto della continua evoluzione e sviluppo delle valute digitali a livello globale“.

Jeanson ha poi continuato spiegando che le autorità coreane si stanno assicurando che gli scambi di valuta digitale del paese abbiano la “corretta identificazione del cliente AML / KYC, e adeguate procedure di rendicontazione fiscale e di contabilità informatica“.

Confermando l’importanza della criptovaluta nell’ambito degli scambi finanziari, Jeanson, evidentemente favorevole alle nuove regole imposte dal governo coreano, ha sottolineato che “è anche naturale allineare i requisiti degli scambi di valuta digitale con i requisiti delle piattaforme finanziarie online da parte delle autorità di regolamentazione, poiché la natura commerciale dell’attività è simile“.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Malachi Salcido CEO della società bitcoin Salcido Enterprises che al “Power Lunch” della CNBC ha afffermato che “sia in Cina che in Corea del Sud, stanno adeguando le operazioni e gli scambi alla normativa vigente, pertanto non deve trattarsi di una chiusura“. Continuando ha affermato che ciò dimostra “che l’industria sta crescendo“.

Il gestore dei fondi valutari digitali Brian Kelly prevede che le mosse della Corea del Sud saranno solo un altro bivio per l’inesorabile ascesa delle criptovalute.

Il risultato finale in Corea non è ancora chiaro, ma se si spostassero per regolamentare in modo simile al Giappone, allora sarebbe molto positivo per la crittografia“, ha scritto Kelly in una e-mail.

Anche la criptovaluta di Crpple XRP è cresciuta fino al 15% dopo aver annunciato di collaborare con il gigante americano del trasferimento di denaro MoneyGram.

Non tutti credono nella solidità delle criptovalute come ad esempio il noto economista statunitense Warren Buffett (soprannominato “il mago di Omaha”, per la sua sorprendente abilità negli investimenti finanziari) secondo il quale le criptovalute finiranno male.

Potrebbero interessarti anche