Matteo Bassetti: “Festival di Sanremo? Non ha senso adesso”

Bassetti non ritiene prudente che il festival si tenga con le modalità classiche. Poi torna a parlare di anticorpi monoclonali

Matteo Bassetti parla ancora una volta forte e chiaro e lo fa senza mezzi termini: “Mettere 500 persone in un teatro adesso non ha senso”.

Poi aggiunge però che “il Festival rappresenta per la nostra regione un avvenimento importante e allora ritengo che l’evento si possa tenere o senza pubblico o con una quota molto piccola come sono state fatte altre manifestazioni canore molto recenti”.

- Advertisement -

“Gli anticorpi monoclonali, proteine prodotte dal nostro sistema immunitario per difenderci da qualcosa che giudica pericoloso, sono l’ennesima dimostrazione di quanto la ricerca scientifica ha fatto passi avanti” ha sottolineato Bassetti. “Negli Usa sono stati già approvati per la cura”.

E spiega anche che: “Dati recenti dicono che quelli prodotti riducono la mortalità da Covid del 70% e le ospedalizzazioni del 70%” ha ricordato il direttore della Clinica Malattie Infettive del San Martino. “Insieme al collega Guido Silvestri (professore alla Emory University di Atlanta) ho provato a portarli in Italia con una sperimentazione da 10mila dosi, però qualcuno dal Ministero e Aifa ha dato un diniego”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.